Lorella Cuccarini, gelo totale con Alberto Matano in studio: non saluta e lui reagisce


La lettera di Lorella Cuccarini, i cui contenuti sono stati rivelati in anteprima da ‘Leggo’, hanno scatenato una marea di polemiche. La conduttrice ha infatti accusato il collega de ‘La vita in diretta’, Alberto Matano, di essere “maschilista” e di avere un “ego sfrenato”. Il conduttore Rai ha preferito la strada del silenzio, forse per evitare di alimentare altre inutili discussioni. Ma in tanti si sono schierati da parte dell’uomo, a partire dalla giornalista del Tg1 Emma D’Aquino.

Lo staff ha inviato un comunicato smentendo quelle negative caratteristiche, fatte uscir fuori da Lorella. E c’era tanta curiosità per capire come sarebbe andata a finire l’ultima puntata della trasmissione televisiva. Gli ultimi minuti della stessa sono stati contraddistinti dai saluti finali ed è stata sottolineata la soddisfazione di aver ottenuto dei risultati molto importanti dal punto di vista degli ascolti, nonostante le tante difficoltà incontrate a causa della malattia del momento. (Continua dopo la foto)






Prima di presentare ufficialmente Andrea Delogu e Marcello Masi, che saranno protagonisti con ‘La vita in diretta estate’, Matano ha affermato: “Grazie di cuore e grazie anche a te Lorella, speriamo di aver fatto bene del servizio pubblico”. Poi c’è stata la consueta staffetta con i nuovi conduttori ed è stato inquadrato lo staff, quasi tutto composto da donne. I momenti conclusivi della puntata hanno fatto notare una certa distanza tra Alberto e la Cuccarini. (Continua dopo la foto)






Entrambi stavano infatti conversando con altre persone. La presentatrice ha salutato così: “Questo viaggio di vita in diretta continua. Buona estate a tutti voi”. Ricordiamo infatti che Lorella Cuccarini non è stata riconfermata alla conduzione de ‘La vita in diretta’ per la prossima stagione televisiva. Ed è per questo che si è lasciata andare a delle considerazioni, attraverso quella missiva che tanto ha fatto e sta facendo discutere in queste ore numerosissime persone comuni e non solo. (Continua dopo la foto)



Questo quanto scritto nella lettera dalla donna: “Di programmi televisivi ne ho fatti tanti, ma una ‘macchina infernale’ come quella di VID non l’avevo mai guidata. C’è una ‘prima volta’ alla quale non ero preparata: il confronto con l’ego sfrenato e – sì, diciamolo pure – con l’insospettabile maschilismo di un collega di lavoro. Esercitato più o meno sottilmente, ma con determinazione. Costantemente”.

“È deciso”. Mara Venier, parole che gelano il pubblico

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it