Amici Speciali, chi ha vinto il talent di Maria De Filippi: finale col botto


Amici Speciali, il programma di Maria De Filippi che da talent show si è trasformato in maratona benefica per sostenere il Paese in questo momento di emergenza sanitaria, è arrivato all’ultima puntata venerdì 5 giugno, in prima serata su Canale 5.

Amici speciali è stato un vero e proprio successo. 12 i concorrenti, tra ballerini e cantanti, che hanno fatto la storia del programma. Dopo tre puntate, tra balli e performance canore e un’importante raccolta fondi e attrezzature per la Protezione civile, il 5 giugno è andata in onda la finale. In finale si sono sfidati i cantanti Michele Bravi e Irama e i ballerini Alessio Gaudino e Umberto Gaudino. Quest’ultimo è stato nominato dagli altri tre finalisti dopo la rinuncia dei The Kolors. Stash, il leader del gruppo, ha scelto infatti di fare un passo indietro e abbandonare il programma poche ore prima della finale che ha decretato il vincitore della prima edizione di Amici Speciali. (Continua a leggere dopo la foto)








“Pur essendo molto lusingato di essere stato scelto come finalista, mi sono sentito di rinunciare al posto di finalista fin da subito” aveva detto Stash, che in finale ha fatto un annuncio sulla sua vita privata. Maria De Filippi ha presentato in compagnia dei giurati Gerry Scotti, Giorgio Panariello, Sabrina Ferilli e Eleonora Abbagnato il quarto e ultimo appuntamento della gara di solidarietà di Canale 5 che ha visto salire sul podio Irama. (Continua a leggere dopo la foto)






Il cantante ha avuto la meglio nella sfida finale su Michele Bravi, tornato in televisione dopo l’incidente nel quale è rimasta uccisa una donna, con il quale ha comunque voluto dividere idealmente il trofeo. Nella sfida finale, Irama ha voluto omaggiare George Floyd, il 46enne afroamericano ucciso durante l’arresto a Minneapolis. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Il cantante ha incentrato il proprio pensiero sul respiro: “Chi decide chi deve respirare? Tu che respiri a fare? Perché rubi il respiro a un altro uomo? Non basta respirare per essere uomini. Io non sono come te, io non sono un vigliacco. Io non gli schiaccio la testa sull’asfalto come fosse, come dite, un negro. Mentre lui ha usato il suo ultimo respiro per dire ‘Mamma’. Io non sono un nero come lui, ma respiro come lui e adesso piango come lui, adesso sono come lui”.

“Come sarà il nuovo programma”. Antonella Clerici, il ritorno in tv è ufficiale: tutte le novità

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it