“Non c’è più”. Bianca Guaccero, la trasmissione inizia con il triste annuncio: la conduttrice con la voce spezzata dalle lacrime


Il viso commosso e un gli occhi segnati. Bianca Guaccero apre la puntata di Detto Fatto con il groppo in gola. La conduttrice, tornata al timone del programma dopo un mese di stop necessario per l’emergenza coronavirus, ha voluto portare il suo omaggio a un amico scomparso. Le prime parole di Bianca Guaccero sono state, infatti, per Ezio Bozzo, il grande musicista, pianista, direttore d’orchestra e compositore Ezio Bosso.

Aveva 48 anni, se n’è andato stanotte nella sua casa di Bologna. “Prima di cominciare questa puntata vorrei che mi permettiate di ricordare una persona che è mancata proprio oggi, lui è il grande maestro Ezio Bosso al quale farei un grande applauso e, se posso dire la mia, direi che vivrà per sempre con noi attraverso la sua musica”. Ha detto Bianca Guaccero, che poi ha aggiunto: “Grazie maestro, grazie mille!“. Continua dopo la foto








Bosso era nato a Torino il 13 settembre 1971 e si era avvicinato alla musica all’età di 4 anni. Nel 2011 era stato operato al cervello per l’asportazione di un tumore ed è stato anche colpito da una sindrome autoimmune. Nonostante le malattie, ha continuato a suonare, comporre e dirigere. Successivamente, nel settembre 2019 il peggioramento di una malattia neurodegenerativa ha costretto Bosso ad interrompere l’attività di pianista, avendo compromesso l’uso delle mani. Continua dopo la foto






Bosso si è spento ieri nella sua casa di Bologna “a causa del degenerare delle patologie che lo affliggevano da anni. Sia i familiari che la sua famiglia professionale, chiedono a tutti il massimo rispetto per la sua privacy in questo momento sommamente personale e intimo: l’unico modo per ricordarlo è, come sempre è stato e come sempre ha ribadito il Maestro, amare e proteggere il grande repertorio classico a cui ha dedicato tutta la sua esistenza e le cui sorti in questo momento così difficile sono state in cima ai suoi pensieri fino all’ultimo. Le esequie si svolgeranno in forma strettamente privata”. E’ quanto si legge in una nota. Continua dopo la foto



 

Visualizza questo post su Instagram

 

I desideri non invecchiano quasi mai con l’età… #me

Un post condiviso da Bianca Guaccero (@biancaguacceroreal) in data:

 


“Ezio Bosso è stato un compositore e un interprete straordinario. Ha amato Bologna e con questa città è stato generoso – non sempre ricambiato – dandole musica e momenti irripetibili. Per me è stato un amico e questo rende il dolore per la sua scomparsa ancora più forte”. Così il sindaco di Bologna, Virginio Merola. “Siamo orgogliosi di avergli attribuito il Nettuno d’Oro nel 2015. Ciao Ezio, nessuno ti potrà dimenticare perché quello che hai lasciato è indelebile” conclude.

Ti potrebbe interessare: Fidanzamento e matrimonio per la coppia super vip. L’annuncio ufficiale tra due famiglie ‘blu’

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it