“Non ha senso stare qui”. Ambra Angiolini, il dolore negli occhi. La conduttrice non trattiene le lacrime


Ambra Angiolini è stata per la terza volta al timone del Concertone del Primo Maggio. Ovviamente l’edizione 2020 è stata diversa da tutte le altre: l’emergenza sanitaria in corso nel nostro paese ha reso impossibile il solito concertone di Piazza San Giovanni. Ambra Angiolini, oggi felicemente al fianco di Massimiliano Allegri, ha detto si tratta di una sperimentazione che non deve diventare la normalità.  Ma quest’anno va così. “La piazza vuota parla da sola, con le parole si rischia la retorica” ha detto prima del concerto Ambra a Repubblica.

La conduttrice ha deciso di aprire l’evento da quella porta che si apre nelle Mura aureliane, in una piazza vuota che per molti anni ha avuto il compito di proteggere “quelli che non ci stanno e noi proteggeremo le domande, purtroppo, perchè è l’unica certezza che abbiamo”. “Nella sua drammaticità questo è un Primo Maggio eccezionale perchè abbiamo il desiderio di ripartire e proprio questa piazza vuota ci ricorda che ogni ipotesi di futuro non può fare a meno del lavoro, dei diritti e delle tutele. Lasceremo tra poco questa piazza perchè non ha senso starci qui”. Continua a leggere dopo la foto






L’emozione è stata visibile a tutti. Ambra non è riuscita a trattenere gli occhi lucidi e più volte ha faticato a parlare e senza mezzi termini ha attaccato la politica che in questa occasione di emergenza reagisce come in campagna elettorale, approfittando della ‘debolezza’ delle persone. La ha parlato anche della situazione dei medici, infermieri e personale sanitario che all’inizio dell’emergenza ha lavorato in assenza di presidi di protezione e della falla economica del nostro sistema già fragile che è stata coperta dai risparmi della gente comune, “la stessa gente che sta rischiando oggi di perdere il lavoro”. Continua a leggere dopo la foto






“Non è una prova di ripartenza, non è un format che va bene, non va bene. L’anno prossimo vogliamo tornarci meglio di prima e in tantissimi”, ha detto ricordando le scorse edizioni condotte con Lodo, il leader della band ”Lo stato sociale”. Ambra Angiolini ha condotto il concertone da un piccolo studio realizzato al Teatro delle Vittorie di Roma. “Una nicchia, un non luogo, una bolla virtuale”, aveva detto la Angiolini in un’intervista rilasciata a La Repubblica. Tanti gli ospiti celebri di questo Concertone 2020: Sting, Patti Smith, Vasco Rossi, Zucchero, Edoardo Bennato e Gianna Nannini.  Continua a leggere dopo la foto



“Non è la tv del futuro e non deve diventare la normalità. – aveva detto ancora la conduttrice – In questi giorni abbiamo fatto in tre il lavoro di venti, ma quei venti mancano e devono tornare al lavoro, voglio rappresentare anche chi manca: nel mondo dello spettacolo quello che c’è dietro sparisce e chi non ha un lavoro in questi giorni non può essere dimenticato”.

Ambra Angiolini, il compleanno in quarantena è dolcissimo: un regalo davvero speciale

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it