“Al posto di Bianca Guaccero”. Cristina Parodi, è ‘pesante’ la soffiata dai corridoi della tv


Previste interessanti novità per il futuro lavorativo di Cristina Parodi. Dopo essere stata esclusa dalla Rai a causa dei risultati non eccezionali collezionati con ‘Domenica In’, la conduttrice televisiva sta guardando avanti e, secondo quanto riferito da ‘Blogo’, è in arrivo una nuova ed importante esperienza nel piccolo schermo. Grazie anche al rifiuto da parte della collega Bianca Guaccero, dovrebbe iniziare una nuova trasmissione mattutina in onda su Tv8. Bianca resterà invece a Rai2.

La società che fa capo a Sky Italia ha voglia di fare di più ed allargare la sua programmazione. Dunque, ha deciso di studiare questo progetto che prevede l’inizio di questo programma tra fine agosto e i primi giorni di settembre. Secondo quanto fin qui trapelato, si tratterebbe di un contenitore di infotainment, ovvero una sorta di mix tra ‘Unomattina’ e ‘Mattino 5’. Ma andiamo a vedere più nel dettaglio come si è arrivati al suo nominativo, dopo aver valutato varie figure. (Continua dopo la foto)









Come conduttore è stato prescelto il giornalista di Sky Tg24, Alessio Viola, mentre per quanto riguarda la figura femminile si è puntato sulla Parodi. Anche se, per completezza di informazioni, bisogna dire che Tv8 aveva contattato numerose presentatrici. Oltre alla Guaccero, erano state chiamate anche Elenoire Casalegno, Ilenia Lazzarin, Diletta Leotta e Francesca Fialdini. Ma poi è stata decretata Cristina come la futura padrona di casa di questa nuova trasmissione tv. (Continua dopo la foto)








Negli ultimi tempi, complice anche lo scoppio della malattia del momento, Cristina ha deciso di sostenere da vicino suo marito Giorgio Gori, che è sindaco della città di Bergamo. Grazie all’organizzazione umanitaria italiana ‘Cesvi’, la donna è molto attiva per supportare coloro che ne hanno bisogno. Recentemente ha affermato: “Rimane molto da fare per proteggere le persone più vulnerabili come gli anziani e per aiutare le fasce sociali più bisognose. Cesvi è dove Bergamo ha bisogno”. (Continua dopo la foto)

Proprio sul coniuge aveva detto in passato: “Giorgio non ha avuto un attimo di tregua durante questa epidemia. Lavora tutto il giorno, sempre in prima linea, come se questo virus non potesse toccarlo. Sono molto preoccupata per lui, so che non riuscirei a convincerlo a fermarsi”. E sul figlio Alessandro: “Fa il volontariato: va a comprare la spesa per gli anziani e la consegna a casa. Poi la sera ci ritroviamo a guardare film”.

“Piango tutti i giorni”. Il dolore di Caterina Balivo: cosa sta succedendo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it