“Aiutetemi!”. Ursula Bennardo, l’appello accorato sui social mette in allarme in fan. Cosa sta succedendo


Ursula Bennardo interviene sui social. Niente foto stavolta, piuttosto un accorato appello fatto insieme al marito Sossio Aruta. Un problema serio che sta agitando non poco la coppia. Qualcuno, infatti, sta sfruttando il nome della coppia per una truffa. A segnalarlo fornendo numerosi dettagli è stata proprio Ursula Bennardo che ha chiesto anche un favore a tutti i fan.

“Vi devo chiedere un enorme favore – queste le sue parole ai follower Instagram in alcune storie che potete ancora vedere –: c’è un profilo, vi faccio vedere anche gli screen e di quale profilo si tratta, che si spaccia per me e Sossio. Fingono e promettono lavoro. Fingono proprio di essere noi, anche nei messaggi con gli audio”. Una situazione che diventa ancor più critica se pensate che siamo in quarantena e che molte attività sono concentrate sulla lotta al Covid-19. Continua dopo la foto








Ursula Bennardo ha deciso di non lasciar correre e di denunciare tutto: “Io sporgerò denuncia domani – ha così proseguito su Instagram –. Ho già raccolto tutto il materiale, però nel frattempo mi serve il vostro aiuto per bloccare il profilo. Fatelo subito in tanti – ha poi precisato parlando delle truffe che sono state già fatte –: mi stanno arrivando tantissimi messaggi di gente che è stata truffata. Altra gente potrebbe essere presa in giro, quindi per favore”. Continua dopo la foto







La richiesta della Bennardo è intelligente perché sappiamo bene quali sono i tempi della giustizia in questi casi, mentre segnalando il profilo Instagram in questione se ne può ottenere persino la chiusura in tempi rapidi. “Vi ringrazio – queste le ultime parole di Ursula oggi rispetto all’aiuto chiesto ieri – per l’aiuto che mi avete dato, sperando di risolvere subitissimo questa situazione”. Continua dopo la foto



 


Fate attenzione dunque: esistono profili che sfruttano i nomi di personaggi più o meno noti per chiedere soldi, compiere truffe e molto altro; l’unica soluzione in questi casi è prevenire il danno e non farsi imbrogliare: accertarsi cioè seriamente che il profilo con cui si sta interagendo sia reale!

Ti potrebbe interessare: Visitato e poi mandato a casa. Giallo a Londra sulla morte di Lucio

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it