Tv e cinema in lutto, oggi l’addio all’attore. Indimenticabile la scena in uno dei film più celebri di Hollywood


È morto domenica 12 aprile a Los Angeles dopo un paio di infarti che lo avevano colpito all’inizio dell’anno ma la notizia si è diffusa solo ieri. Danny Goldman, attore e doppiatore, è morto nella sua casa circondato dall’affetto dei suoi cari. L’attore ha iniziato a recitare da giovane, dopo la laurea presso la Far Rockaway High School nel Queens, a New York City, nel 1957, ha frequentato e si è laureato presso la Columbia University di Manhattan, nel 1961.

Uno dei suoi primi ruoli è stato quello di Nick Dutton, figlio di un industriale che conosceva la verità sul nuovo maggiordomo e governante della sua famiglia, e li ha aiutati a conoscere i loro nuovi lavori nella commedia sulla situazione del 1971 ”The Good Life”. Tra gli altri suoi primi ruoli in televisione c’erano apparizioni negli spettacoli televisivi That Girl, Room 222, The Partridge Family , Love, American Style, Needles and Pins, Colombo, Baretta e Chico and the Man. (Continua a leggere dopo la foto)









Danny Goldaman è ricordato soprattutto per la scena, una delle più divertenti, del film Frankenstein Junior, il capolavoro di Mel Brooks. L’attore vestiva in panni dell’insistente studente di medicina che, in nel film del 1974, faceva arrabbiare a tal punto il dottor Frederick von Frankenstein (interpretato da Gene Wilder) da portarlo a pugnalarsi una gamba. (Continua a leggere dopo la foto)






L’attore era noto anche per essere la voce americana di Puffo Quattrocchi del cartone animato ”I Puffi” degli anni ’80, riprendendo in seguito il ruolo in una parodia nella serie Robot Chicken del 2005. Il suo ultimo ruolo televisivo è stato il detective Bob Zablonsky in un paio di episodi della serie televisiva ”Criminal Minds”. Oltre al suo lavoro sul grande e piccolo schermo, Goldman ha lavorato per decenni come direttore del casting, lavorando su più progetti, tra cui il film di fantascienza “Godzilla 1985” e il cortometraggio del 2008 “The Nature Between Us”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Ma recitare era la sua passione e si è impegnato con diversi ruoli da ospite, tra cui “Batman: The Animated Series”, “Il re delle regine” e, come detto, il suo ultimo ruolo di detective Bob Zablonsky nella serie della CBS “Criminal Minds”.

 

Muore a 11 anni fulminato dal castello gonfiabile regalatogli dai genitori

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it