La frecciatina arriva da Tiberio Timperi. Il conduttore Rai non si trattiene


Il conduttore televisivo Rai di ‘Uno Mattina in Famiglia’, Tiberio Timperi, ha deciso di rilasciare un’intervista nell’ultimo numero del settimanale ‘NuovoTv’. Lunghe le sue dichiarazioni, che ovviamente non hanno non potuto toccare l’argomento principale: il male del momento. L’uomo ha immediatamente fatto alcune precisazioni: “Trovo che sia inelegante parlare di ascolti in questo periodo, vista la situazione che l’Italia sta vivendo”. Timperi ha poi proseguito soffermandosi sull’essere responsabili.

“Preferisco che si parli della responsabilità che abbiamo noi che lavoriamo in televisione. Fare compagnia ai telespettatori con tono leggero, ma non frivolo, con simpatia ma sempre sotto il segno della sobrietà”, ha aggiunto. Tiberio ha anche ammesso che ciò che stiamo vivendo è davvero incredibile, impensabile fino a qualche tempo fa. Infatti, ha voluto raccontare anche cosa accade quando si presenta negli ambienti Rai, prima di lavorare ed entrare quindi in studio. (Continua dopo la foto)









“L’atmosfera negli studi Rai è surreale, come se fossero militarizzati. Alle 5.30, quando arrivo, mi aspettano il termoscanner per vedere se ho la febbre e la consegna della mascherina”. Il popolare volto televisivo ha poi detto che non c’è molta gente intorno a lui: “Ci sono pochissime persone, lo stretto necessario per andare in onda. Non abbiamo neanche costumiste e truccatrici, perché i vestiti li preparano e li lasciano in studio dal giorno prima”, ha affermato. (Continua dopo la foto)








Poi il conduttore ha fatto alcune affermazioni emozionanti: “In televisione non smetto di sorridere, ma mi mancano gli abbracci di mio figlio. In questa lotta ad un nemico invisibile, ho la possibilità di dedicarmi a quello che so fare meglio: intrattenere. E Uno Mattina in Famiglia nel weekend mi consente di uscire e incontrare qualche volto conosciuto”. Timperi ha concluso la sua intervista a ‘NuovoTv’, dicendo cosa gli manca maggiormente e spiegando cosa serve alla gente. (Continua dopo la foto)

“Mi manca abbracciare le persone, sono sempre stato un tipo abbraccioso, come tutte quelle piccole abitudini che rendono felice la vita. In questo momento i telespettatori hanno bisogno di bellezza e di messaggi di speranza”, ha chiosato il presentatore Rai. A ‘Italia Sì’, aveva invece riferito: “Quando tutto sarà finito, perché finirà, facciamo tesoro di questa esperienza. Non dimentichiamo e rimettiamo a posto le priorità della vita”.

Flavio Insinna, una super novità per l’amato conduttore Rai: la conferma

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it