“Momento difficile”. Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser, primi scricchioli in quarantena


Giorni difficili per Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser. La quarantena infatti inizia a farsi sentire. La coppia, lontana da Milano, nuovo fronte dove si combatte l’epidemia da coronavirus, ha infatti ripiegato da settimane a Trento, nella tenuta di Ignazio Moser. Gli scricchiolii, bene precisare, non sono legati alla tenuta della coppia che sembra invece più unita che mai, eppure ci sono.

La ragione? Più di Ignazio, Cecilia Rodriguez starebbe iniziando a vivere male la lontananza dagli impegni lavorativi e la necessità di rimanere chiusa in casa. Ancora di più, visto che nel capoluogo lombardo ci sono i suoi fratelli, e soprattutto Belen, con la quale Cecilia Rodriguez è legatissima. In queste settimane non sono mancati i momenti condivisi da parte della Rodriguez della propri quotidianità con il compagno, ma a quanto pare negli ultimi giorni la situazione è peggiorata. Continua dopo la foto








Colpa, se di colpa si può parlare, dell’aumento dei controlli delle forze dell’ordine che hanno intensificato i controlli. Episodio raccontato da Cecilia Rodriguez che ha catturato in un’immagine un’aereo della Guardia di Finanza. Nessuna polemica, solo la speranza che presto tutto finirà e si potrà tornare alla normalità. Ogni dolore poi passa al fianco del suo ‘Nacho’. Che cosa stia provando grazie a lui, Cecilia Rodriguez lo ha spiegato nei giorni scorsi. Continua dopo la foto






“La mia vita con Ignazio è cambiata e stare qui nel suo mondo, con la sua famiglia, mi piace. Abbiamo fermato il tempo…”, spiega la sorella di Belen al settimanale ‘Chi’. “Mi mancava molto questo tipo di vita – aggiunge Nacho – Non rinnego la mia vita di città, ma mi piacerebbe conservare un equilibrio fra le due dimensioni”. Chechu non ha dubbi: “Non ho mai nascosto il desiderio di diventare mamma giovane ma ho trovato la persona per la vita, non sono mai stata così certa di questo”. Continua dopo la foto



 


E ancora: “Mi piacerebbe che mio figlio crescesse qui, in campagna, perché vedo come crescono felici i nipoti di Ignazio e come è felice Santiago quando è qui”. “Piacerebbe anche a me che nostro figlio crescesse qui i primi anni perché c’è un contatto umano che serve a costruire le basi”, le fa eco Moser.

Ti potrebbe interessare: Elodie senza peli sulla lingua: le parole su Simona Ventura accendono la polemica

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it