“Aveva 4 anni…”. Paolo Bonolis, quel ricordo del passato non lo abbandona. Il racconto a Verissimo


Paolo Bonolis e Sonia Bruganelli ospiti di “Le storie di Verissimo”. Il conduttore ha esordito dicendo di sentirsi: “Quasi nonno”. Nel corso dell’intervista l’amato conduttore ha parlato anche del suo libro “Perché parlavo da solo” dicendo: “Più che un’autobiografia è un libro di pensieri sorretto da alcuni cenni biografici che lo hanno originato. Io sono stato un papà oggettivamente assente:

Stefano è andato negli Usa quando aveva 4 anni, Martina è nata lì. Io ragionavo molto con l’io, poi crescendo ti rendi conto che ci sono valori più importanti, che è più importante dire ‘noi’. Mi sono potuto permettere di dire ‘noi’ anche perché ho incontrato un altro ‘io’ che faceva un ‘noi’ perfetto”. Ovviamente quella persona è Sonia Bruganelli che, quando ha incontrato Bonolis, era solo una ragazzina. “Io ero giovane, avevo 23 anni, all’inizio ero spaesata. Era un’eredità familiare importante. Bambina lo ero un po’ anch’io” ha raccontato la Bruganelli. Continua a leggere dopo la foto









“Poi crescendo maturi, ti rendi conto che quello che può essere stato prima non ti toglie niente e ci sono bambini che hanno il diritto di avere il papà” ha aggiunto. A Verissimo Sonia racconta il primo appuntamento con Bonolis: “Ci siamo conosciuti perché lui era abbastanza ‘aggressive’, passava nel corridoio e mi mordeva l’orecchio”. Il loro primo appuntamento fu “strano”: “Mi ha invitato al cinema e successe una cosa particolarissima, perché lui registrava Tira e Molla, e io andai al cinema con un’amica e il suo fidanzato”. Continua a leggere dopo la foto






Al loro primo appuntamento al cinema, al posto di Bonolis, arriva un altro: “Entro al cinema, mi siedo e accanto a me si siede Luca Laurenti. A un certo punto buio, inizia lo spettacolo, mi giro, non c’era più Luca Laurenti, c’era lui”. Aveva approfittato del buio per non farsi riconoscere dai paparazzi. Poi la loro storia diventa ufficiale. Lui, però, aveva già due figli, Stefano e Martina, nati dal suo precedente matrimonio con Diane Zoeller. Per la Bruganelli all’inizio non è stato facile gestire una famiglia allargata. Continua a leggere dopo la foto



 

Poi, con il tempo, è riuscita a far “funzionare” tutto, anche se all’inizio non si sentiva in grado di gestire tutto. “Ti rendi conto che quello che può essere stato prima non ti toglie niente e specialmente ci sono due bambini che hanno il diritto di avere il papà che hanno” ha detto a Silvia Toffanin.

“Secondo me…”. Dopo la preghiera recitata dalla D’Urso e Salvini, arriva il commento di Paolo Bonolis

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it