”Ma è lui o non è lui?”, si sono chiesti tutti appena si è presentato sul palco di House Party. Impossibile, infatti, fare a meno di notare quanto sia invecchiato. È la vita bellezza, il tempo passa per tutti. Anche se sei un super vip


 

È andato in onda ieri sera sulla rete ammiraglia Mediaset il terzo e ultimo appuntamento di House Party. Padroni di casa di questa puntata super natalizia sono stati Laura Pausini e Gerry Scotti ma, come prevede il format, sempre con il supporto di numerosi ospiti illustri, tra cui Sergio Castellitto, Teo Mammuccari, Geppi Cucciari e l’attore Luca Argentero. Ma ovviamente non sono mancate le sorprese. Una tra tutte quella rivolta proprio alla Pausini. Ed è stata anche molto commovente perché il papà della cantante, che con la moglie seguiva lo show dietro le quinte, a un certo punto si è presentato sul palco travestito da Babbo Natale. La figlia però non ci ha messo molto a riconoscere il signor Fabrizio e, visibilmente commossa e, dietro a lei, tutto lo studio di House Party, ha ascoltato con attenzione la lettera scritta dal padre e letta per l’occasione dal bravissimo Castellitto. Una lettera emozionante che ha ripercorso tutti i loro momenti più belli e significativi. Come la nascita di Paola, la figlia che Laura ha avuto da Paolo Carta. (Continua a leggere dopo la foto)



Dopo quelle parole d’amore, poi, Laura e il suo papà hanno anche cantato insieme una canzone scritta dalla Pausini proprio per lui. Ma durante la puntata di ieri, i conduttori per una sera hanno ricevuto anche un ospite molto particolare: l’attore britannico tanto amato dal pubblico italiano Rupert Everett. Certo, il tempo passa per tutti, anche per lui, e figurarsi se questo particolare è passato inosservato in rete. È sempre un bell’uomo, la classe e l’eleganza che da sempre lo contraddistinguono non sono venute meno, ma rispetto a come lo ricordiamo nei suoi film più celebri è invecchiato.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

E infatti, dati anagrafici alla mano, mister Everett ha 57 anni suonati: è nato il 29 maggio del 1959. In ogni caso, sulle note di ‘Let it snow’, l’attore ieri sera ha fatto il suo ingresso in studio e, dopo una breve presentazione ha duettato con la Pausini una versione rivisitata di ‘Every breathe you take’, storico brano dei Police. Il testo è infatti stato cambiato con i nomi degli attori, il sottotesto è riferito alla storicità che rappresenta Everett nell’immaginario di Laura. Uno spettacolo bellissimo.

Potrebbe anche interessarti: ”Irriconoscibile”. ”Una Maria mai vista prima”. Più che il nuovo programma, House Party, è stata la De Filippi stessa a lasciare il pubblico sbigottito. Ve la siete persa? Beh, dite addio alla conduttrice che conoscete, questa sì che è una sorpresa