”Signori, addio”. Saluta così il suo pubblico e, dopo 10 anni di successi strepitosi, lascia il programma. Ma non disperate: ecco dove lo rivedremo presto


 

”Popolo delle meraviglie, addio. Dopo 10 anni a La 7 si va via. A gennaio comincio una nuova avventura sperando di trovare la stessa accoglienza trovata qui. Al momento torno a Genova all’Archivolto, perché il primo amore non si scorda mai. Ora non mi resta che dire grazie e, facendolo, ripercorro quello che ho fatto all’inizio. Io so che sono stato dieci anni su questo palco e so che la faccia era una, la mia. Ma le teste erano tante […] Ciao, noi ci vediamo in giro, se capitate a Genova mi trovate al mare”. È un addio ma alla sua maniera, quindi con il sorriso. Ed è un addio annunciato, perché lo aveva reso ufficiale la scorsa estate e ieri sera ha chiuso in bellezza con l’ultima puntata del programma di punta della rete di Urbano Cairo e chiuso così il cerchio dopo dieci lunghi anni di successi strepitosi. Ma non disperate, a gennaio il comico genovese tornerà con un nuovissimo progetto da sviluppare su un’altra rete. (Continua a leggere dopo la foto)

 



Sì, quella di ieri è stata la puntata finale di Crozza nel Paese delle Meraviglie, il suo one man show in onda ogni venerdì in prima serata su La7. Maurizio Crozza approda quindi al gruppo Discovery, l’editore di canali come Nove, Real Time e DMax, e diventa la punta di diamante del canale Nove Tv. Per il suo affezionatissimo pubblico, quindi, si tratterà di scanalare di due soli tasti del telecomando: dal 7 al 9. Il nuovo progetto prenderà il via a gennaio 2017. Ma tornando all’ultima serata, non si può certo dire che il comico non abbia chiuso in bellezza proponendo una carrellata delle migliori imitazioni di quest’anno: dal riuscitissimo De Luca, all’hater Napalm, passando per lo chef vegano e la nuovissima imitazione del premier in carica Paolo Gentiloni.

(Continua a leggere dopo le foto)



 

In chiusura, poi, le sue parole di ringraziamento rivolta al pubblico, il popolo delle Meraviglie, e a tute le persone che negli anni lo hanno accompagnato in questa avventura. Un’avventura che ha tenuto altissime le medie degli ascolti del venerdì sera di La 7, permettendo alla rete che fu di Telecom di avvicinarsi alle principali reti generaliste e superando spesso i 2 milioni di spettatori. Inutile aggiungere, poi, che le imitazioni e gli sketch di Crozza, sempre riuscitissimi, hanno fatto storia e dato anche vita a modi di dire tanto erano azzeccati.

Potrebbe anche interessarti: “Proprio tu parli di beneficenza? Ricordati quella volta che…”. Gianluca Vacchi contro Maurizio Crozza: la guerra è appena iniziata. Prima il comico lo punzecchia durante il suo show, poi la risposta ferma e decisa dell’imprenditore social