“Silvio e quel dolore che non riesce a tirare fuori”. La rivelazione che non ti aspetti da un ancor più inaspettato Gerry Scotti. Ma adesso, grazie al conduttore, quel dettaglio sul Cav non resterà in sordina


 

I suoi esordi, il Milan (la squadra per cui tifa) e la televisione del futuro. Una lunga intervista quella che Gerry Scotti ha rilasciato a Piero Chiambretti durante la trasmissione condotta dal presentatore torinese. E a proposito della squadra rossonera Scotti ha ammesso: “Da milanista, la bandiera che non c’è oggi e che dovrebbe esserci nel Milan è la bandiera di Maldini. Dell’ultima generazione è la bandiera più significativa e sono dispiaciuto che non sia riuscito a tornare alto sul pennone del Milan”. Gerry ha anche parlato della cessione della società a un gruppo di imprenditori cinesi: “Penso che Berlusconi, in cuor suo, un po’ di dispiacere ce l’abbia. Ma visto quello che è avvenuto nelle grandi squadre europee e mondiali, ahimè, se non ci si adegua al marketing internazionale non si riesce a stare all’altezza delle grandi competizioni. Io lo prendo come un ‘male necessario’”. Poi il discorso è scivolato su una richiesta che fece Scotti al premier Renzi di poter rinunciare alla sua pensione da onorevole (ha militato 4 anni nel partito socialista).

(Continua a leggere dopo la foto)







“La pensione non la prendo adesso, ma la percepirò dai 67 anni in poi – ha spiegato Gerry Scotti -. Ma io mi chiedo perché aspettare i 67 anni. Io vorrei decidere di non ritirarla ora per allora. Se in tanti facessero come me, tutti quelli che non ne hanno bisogno, e secondo me ce ne sono tanti di quelli che sono stati onorevoli che vivrebbero anche senza vitalizio, si potrebbe accendere una linea di aiuto per qualcuno che invece ha servito veramente lo stato”.

(Continua a leggere dopo la foto)




Durante l’intervista Chiambretti ha incalzato il presentatore di “Caduta libera” a proposito di una eventuale conduzione di Sanremo. Scotti ha confessato : “Se dovessi fare Sanremo lo farei con qualcuno innamorato della musica come me e so che c’è un certo Chiambretti che lo è … Quindi lo farei solo con te”. In conclusione, Chiambretti ha chiesto a Scotti una previsione sulla televisione dei prossimi 10 anni, e il conduttore ha affermato: “Gratis non vedrete più niente. Io e Chiambretti siamo gli ultimi due che vedrete gratis”.

Ti potrebbe anche interessare

“È tutto finto e vi spiego come funziona”. La sua rivelazione (non di uno qualunque) sul mondo dei quiz televisivi mette nei “guai” Paolo Bonolis e Gerry Scotti. Ecco cosa ha detto. Ve ne eravate mai accorti?

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it