“Un trauma”. L’amica geniale, la confessione di Gaia Girace (Lila). “È stato terribile”


Un successo planetario per la seconda stagione de L’amica geniale 2 – Storia del nuovo cognome, la fiction tratta dal best seller di Elena Ferrante e diretta da Saverio Costanzo. Boom di ascolti per la prima puntata de L’amica geniale 2 seguita da 6.800.000 telespettatori pari al 29,3% di share. Le protagoniste della serie campione d’ascolti di Rai1 sono Gaia Girace che interpreta Lila e Margherita Mazzucco che interpreta Elena detta Lenù. Intervistata dal settimanale Visto Tv, Gaia Girace ha confessato che il suo primo giorno sul set è stato traumatico: “Il primo ciak è arrivato dopo quattro mesi di prove. Sul set è tutto diverso dalle prove: devi rispettare i tempi, non devi toccarti, non toccare il costume di scena. Per me è stato traumatico, ma è stata Margherita ad aiutarmi: lei ha iniziato a girare una settimana prima di me e mi ha dato una mano a farmi ambientare”.

Gaia Girace, che in una recente intervista ha svelato che ne L’amica geniale 2 ci saranno molti scontri drammatici, ha qualcosa in comune con Lila: “In comune con Lila ho l’ambizione: io mi voglio distinguere. Voglio acculturarmi tanto, essere altruista e vedere tutto da un punto di vista oggettivo. Inoltre voglio viaggiare. Di certo voglio continuare a fare l’attrice”. (Continua a leggere dopo la foto)









Gaia Girace ammette di aver avuto difficoltà ad approcciarsi ad Alice Rohrwacher che ha girato le ultime due puntate di L’amica geniale – Storia del nuovo cognome. Doversi relazionare con un regista diverso da Saverio Costanzo in cui ha trovato una figura paterna per l’attrice di Lila è stato traumatico ma poi è andato tutto per il meglio. (Continua a leggere dopo la foto)








L’appuntamento con la seconda puntata de L’amica geniale 2 è per stasera su Rai1. Nel frattempo le cose per la serie tv stanno andando a gonfie vele. Infatti grandi risultati non solo in Italia ma anche in tutto il mondo. (Continua a leggere dopo la foto)

 


Dopo la qualità dimostrata con L’Amica Geniale sia al Festival di Venezia che negli Usa, non vi erano dubbi che la serie sarebbe diventata un successo ma quasi nessuno si attendeva un riscontro di questa portata. La coproduzione internazionale che vede la Rai e HBO impegnate è riuscita ad essere venduta in ben 56 Paesi.

Ti potrebbe anche interessare: “Pugni, non respiravo…”. Choc a Live, Non è la D’Urso: Victoria Pennington racconta le violenze di Pasquale

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it