“Un dramma”. Barbara Alberti vuota il sacco a Verissimo: ecco perché ha mollato il Grande Fratello Vip


Verissimo, Barbara Alberti adesso vuota il sacco. La scrittrice ha confessato a Silvia Toffanin le ragioni che l’hanno spinta a lasciare la casa del Grande Fratello Vip. Un addio non indolore e che anzi ha lasciato un segno profondo.

“Perché non ce l’hai più fatta dopo 33 giorni?”, ha chiesto Silvia Toffanin. Barbara Alberti ha risposto: “Perché ho visto alcune stagioni passate del Grande Fratello e c’era della gente talmente ignobile, che pensavi: ‘Sarà un piacere sparare nel gruppo. La nomination non sarà un problema’. Ma stavolta è stata un’altra cosa. Ha fatto un cast incantevole con Alfonso Signorini. Ragazze e ragazzi con una educazione straordinaria.” Continua dopo la foto









Silvia Toffanin, però, ha cercato di estrapolarle una risposta concreta incalzando l’ex inquilina del Grande Fratello Vip: “Ma perché hai detto basta?”. Altra risposta della scrittrice: “Perché è un meccanismo perverso, ma meravigliosamente organizzato. Prima si diventa amici, i primi giorni si entra in confidenza… Dopo un po’, dopo la prima settimana, ti devi sparare addosso. Allora lì diventa un dramma perché non sai chi scegliere, diventi un boia. E poi vieni pure nominato. Ti senti tradito.” Continua dopo la foto






Insomma, parole forti dopo un’esperienza decisamente controversa. Barbara Alberti è nata a Umbertide, in provincia di Perugia, l’11 aprile del 1943. Ha dunque 76 anni d’età. Barbara è una scrittrice, drammaturga, giornalista e conduttrice radiofonica. Da giovanissima si è trasferita a Roma, città che comunque considera brutta e ostile. Fin da piccola Barbara Alberti mostra una grande passione per la scrittura. Continua dopo la foto



 


Odia la chirurgia estetica e le persone che vogliono ostinatamente eliminare i segni della vecchiaia. Si è laureata in Filosofia a Roma, dove vive tuttora. Nella sua carriera come scrittrice, tesa a combattere un’immagine perdente del sesso femminile, si affiancano molte produzioni. Dal 1976 al 1994, infatti, produce parecchie opere letterarie.

Ti potrebbe interessare: “Stop!”. Disco rosso per Bianca Guaccero, la notizia arrivata poco fa

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it