Sanremo, il retroscena sul secondo posto di Francesco Gabbani. Una storia che si ripete: difficile da mandare giù


Anche la 70^ edizione del Festival di Sanremo è volta al termine. Il nome del vincitore è quello di Diodato, che ha conquistato platea e giuria con il brano “Fai rumore”. E di rumore ne ha fatto tanto: il pubblico lo adora e il testo della canzone proposta per la competizione musicale più attesa in Italia preserva una profondità disarmate. A Diodato seguono, per posizione, Francesco Gabbani e i Pinguini Tattici Nucleari. Al vincitore anche il premio della critica Mia Martini. Non si poteva concludere in bellezza una serata che si è aperta con uno strepitoso inno di Mameli.

La proclamazione del vincitore si è fatta attendere. Ma che i tempi del Festival siano stati lunghi, è stato un dato schiacciante per tutti, riferibile alle quattro serate, nessuna esclusa. Per questa edizione, inoltre, i tre nomi si sono sottoposti a una nuova votazione in percentuali: da parte della giuria demoscopica (33), della giuria della sala stampa (33) e del televoto (34%). La prima proclamazione è stata per il terzo posto, vinto dai Pinguini Tattici Nucleari e alle due e mezza la proclamazione del vincitore. Insomma, la 70^ edizione del Festival di Sanremo si è fatta desiderare, tra polemiche, baci e ‘suspance’. In tutto quest, Fiorello è stato l’asso nella manica fino all’ultimo. (Continua dopo le foto).













Infatti, nell’attesa del verdetto Fiorello è riuscito a intrattenere tutti, arrivando a scherzare persino con gli orchestrali. Le sue sono state vesti davvero uniche che difficilmente avremo modo di rivedere: i travestimenti, i giochi da rapper, le danze con Amadeus. E le risate a suon dei suoi innumerevoli ‘ismi’ ironici che smorzavano tensioni e riportavano pace. “Questo Sanremo non sarebbe andato così se non avessi avuto accanto a me in tutte queste sere il mio amico da 35 anni, ha illuminato il festival”, con queste parole Amadeus ha ringraziato lo showman siciliano. Anche Fiorello ha ricambiato con affetto -e con ironia- il pensiero di un collega, ma anche e soprattutto di un amico. (Continua dopo la foto).



“E’ stato bello, bello, bello” e riferendosi agli orchestranti: “Non hanno orari, qui i sindacati si sono estinti”. Con il suo secondo posto, la storia che riguarda Francesco Gabbani ricorda molto anche quella di Ultimo, in gara durante lo scorso anno. La sorte tra i due finalisti sembra essere simile. L’artista di Carrara ha trionfato al televoto con il 38% delle preferenze. Il voto della giura demoscopica e della sala stampa non ha permesso che si qualificasse come primo in classifica. Diodato ha vinto non andando oltre il 27% dei voti mentre i Pinguini Tattici Nucleari hanno raggiunto il 37%. Diodato, quindi, vince per sala stampa e giuria demoscopica. (Continua dopo le foto).

Gabbani e i Pinguini si sono giocati una bella partita, perché il pubblico ha decisamente preferito loro al vincitore assoluto. Così come le sorti di Gabbani sembrano ricordano quelle di Ultimo, parimenti quelle di Diodato assumono le stesse dinamiche delle precedenti che, lo scorso anno, riguardarono Mahmood. Ma le reazioni non sono state le stesse. Francesco Gabbani ha ben accolto la decisione e ha anche rilasciato alcune parole mirate: “Sono contento per Diodato, artista che si merita in questo momento di avere queste posizioni, scrive canzoni con l’animo aperto. Complimenti, sono veramente contento per te, l’ho detto prima. Poi chi ci vuole credere, bene, chi non ci vuol credere s’arrangia”. Francesco si porta a casa il premio Tim Music.

“L’ha baciata in diretta!”. Sanremo, Mara Venier: il gesto del cantante non passa inosservato. E i social impazziscono

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it