“Una, nessuna e centomila”. Sanremo, le grandi cantanti italiane contro la violenza sulle donne. E quello che succede a Laura Pausini sul palco lascia tutti in lacrime


Un’edizione del Festival di Sanremo tutto al femmine, per certi versi persino troppo, quasi ad ostentare l’esagerazione. Tutto molto bello, una cosa che di certo non si era mai vista. E anche nella terza puntata sono le donne le protagoniste dell’Ariston. No, non parliamo di Georgina Rodriguez, bella e conturbante, ma di un gruppo di donne per le donne, unite contro la violenza.

Questo il messaggio lanciato dal palco dell’Ariston da Elisa, Gianna Nannini, Fiorella Mannoia, Emma Marrone, Laura Pausini, Giorgia e Alessandra Amoroso che hanno dato a tutti appuntamento al 19 settembre all’Arena Campovolo a Reggio Emilia per “Una nessuna centomila”: il più grande evento musicale di sempre contro le violenze di genere. Centomila è il numero delle voci che potranno unirsi alle 7 protagoniste di questo incredibile spettacolo: 100 mila persone, 100 mila per le donne. Perché la musica può e deve arrivare a tanto. Continua a leggere dopo la foto e il video)








“Quando una donna lotta – dice Laura Pausini – in fondo lo fa per tutte le altre donne, perché mai più una donna debba subire delle violenze. Centomila come le voci del pubblico che noi speriamo sia con noi nel nostro grande concerto di settembre”. Noi, aggiunge Gianna Nannini, “ci siamo schierate ancora una volta perché non ne possiamo più. Basta con le donne vittime”. Continua a leggere dopo la foto e il video)








L’evento nasce per dare un aiuto concreto ai centri e alle organizzazioni che sostengono e supportano le donne vittime di violenza. I proventi del concerto verranno erogati a strutture selezionate sulla base di criteri di trasparenza e tracciabilità, strutture in grado di garantire il proprio empowerment, assicurando la sostenibilità nel tempo delle attività da loro realizzate e fornendo un supporto solido e duraturo alle vittime. Continua a leggere dopo la foto e il video)


 


Ora non ci resta altro da fare che attendere la data del grande concerto all’Arena di Verona e fare in modo di esserci, per una serata storica, che aiuterà tangibilmente tante, tantissime donne.

Ti potrebbe anche interessare: “Pazzesca!”. Sanremo, ha duettato con Riki sulle note de “L’edera”, ma ecco dove l’abbiamo già vista

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it