Sanremo 2020, la polemica è servita: l’audio troppo basso fa infuriare il pubblico


Sanremo 2020, e anche la seconda serata è andata. Una seconda serata lunghissima, terminata all’una e 43 minuti. Roba che non succedeva dal 1988, dalle famose maratone di Pippo Baudo. Solo nel 2017, la finale del Festival condotto da Carlo Conti, era durato di più. Ma parliamo della finale e non della seconda puntata. Contro ogni previsione, comunque, questo Festival di Sanremo piace. Il pubblico lo segue con passione e gradisce anche la conduzione di Amadeus affiancato dal mitico Fiorello e da una presenza fissa d’eccezione:

Tiziano Ferro che sarà al Festival fino alla serata conclusiva di sabato. Tanti telespettatori, roba da record per questa 70esima edizione che sembrava essere partita col piede sbagliato viste le tante polemiche che ne avevano preceduto l’inizio. E invece il Festival funziona. E Amadeus come conduttore funziona. Ma le polemiche non si placano. In fondo, si sa, Sanremo è una polemica continua e ci sta. Ma le critiche mosse dal pubblico sono serie, specie se si considera che stiamo parlando di un Festival musicale. Continua a leggere dopo la foto









Secondo il pubblico l’audio del Festival è scarso e, da casa, le canzoni non si sentono bene. In particolare il pubblico sostiene chela voce dei cantanti sia troppo bassa rispetto all’orchestra e che forse la produzione dovrebbe rivedere qualcosa. In fondo se l’audio non è buono a Sanremo, la faccenda è seria. Anzi, serissima. A precedere la polemica sull’audio era stata quella dei siparietti troppo lunghi tra Amadeus e Fiorello. Continua a leggere dopo la foto






Ma la questione dell’audio, quella al pubblico proprio non va giù. In tantissimi si sono lamentati di non sentire le parole delle canzoni. E a Sanremo questa cosa non va bene per niente. “Rai ma vogliamo alzare l’audio dei microfoni che non capisco un ca**ooo???”, si legge su Twitter. E ancora: “Comunque è da ieri che alcuni sono ‘mangiati’ dal volume dell’orchestra”, “È ufficiale il nuovo hashtag #festivalalzailvolume #Festivaldisanremo2020 perché va bene che la musica è importante ma anche la voce non deve essere da meno #vogliamocapireancheleparole”. Continua a leggere dopo la foto



 

 

Insomma, il pubblico si lamenta. E ha ragione. Non è possibile che il Festival della canzone italiana abbia un audio scarso. Era già successo lo scorso anno: il Festival condotto da Claudio Baglioni, nelle prime due serate, aveva avuto un audio scarso. Possibile che l’esperienza non insegni nulla? Bah.

Sanremo 2020, gaffe di Amadeus con la cantante! Se ne sono accorti tutti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it