“Sei lo stro** dell’anno!”. C’è posta per te, Maria De Filippi sbrocca al concorrente. Cosa è successo


Alla fine è andato tutto bene tranne che per l’umore di Maria, oramai rovinato da questa storia difficile. Ma partiamo con ordine: a C’è posta per te arriva la storia di Ernesto e Licia. Quest’ultima ha deciso di perdonare il marito, dal quale ha avuto tre figli, dopo un tradimento. Il perdono non è arrivato facilmente: determinante è stato l’intervento di Maria De Filippi, che ha fatto il possibile per convincere la sua ospite ad aprile la busta. Un gesto che a molti telespettatori non è piaciuto e che più di qualcuno ha trovato inadatto.

La maggior parte delle persone, infatti, sperava in una sconfitta per Ernesto. E come racconta Maria: “Ha tradito la moglie per tre anni in maniera non continuativa con una donna che frequentava la loro casa”. La moglie, con cui ha tre figli, si dice ancora innamorata di lui, ma non riesce a credergli. Continua a leggere dopo la foto









Ma alla fine Licia, supportata dalla padrona di casa, ha scelto di perdonare di nuovo il marito e di dare l’ennesima chance al loro lungo rapporto. “Maria non mi sta piacendo, che cavolo insiste a fronte di questo pazzo che è disperato solo per il senso di colpa, mica per la moglie”, ha scritto qualcuno su Twitter. “Maria mi sta facendo inc****e stasera. Non convincerla a riprendersi questo qua”, ha aggiunto qualcun altro. Continua a leggere dopo la foto






C’è poi chi l’ha buttata sul ridere: “Ma è parente di Maria questo? Altrimenti non si spiega”. “Maria ha compiuto una vera impresa, mi dispiace per lei perché non se lo merita”, ha ribadito un telespettatore. “Licia, se lo ami è giusto andare avanti. Non rovinarti la vita solo perché per qualcun altro non è giusto”, ha detto Maria De Filippi a Licia. Continua a leggere dopo la foto



 


La conduttrice di C’è posta per te ha poi invitato Ernesto a comportarsi bene e a rispettare la moglie e la sua famiglia. Ma la frase che rimarrà storica è quella di Maria che ha detto ad Ernesto: “Gli puoi dire ‘Sei lo str*** dell’anno’, ma se lo ami ancora perché ti devi far del male? Non devi scegliere cosa è giusto ufficialmente, ma cosa è giusto per te”. E voi, con chi state?

Ti potrebbe anche interessare: C’è posta per te. Gaetano al figlio Alessio: “Ecco perché Non ti ho contattato in 16 anni”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it