Paola Barale ridicolizza Alfonso Signorini, torna a galla quella vecchia storia


Una vera vendetta quella pensata da Paola Barale o, se preferite, un sassolino dalla scarpa che è sempre meglio togliere. Alfonso Signorini è stato letteralmente ridicolizzato sui social. Una frecciatina acida per il conduttore del GF Vip, proprio in un momento roseo per la propria carriera, dove fare circolare certe voci è sempre un grande pericolo per tutti. Il pubblico del GF Vip, infatti, annovera anche i vip tra i telespettatori: non possono che seguirlo anche ‘colleghi’ che lo conoscono meglio di chiunque altro.

A seguire le prime puntate del Grande Fratello Vip 2020 c’è stata anche Paola Barale. Perché la sosia di Madonna pensa di intervenire dicendo la sua? La questione è ancora quella: la squalifica di Salvo Veneziano in seguito all’uso di un linguaggio deprecabile. Più che una confessione o una riflessione, quello di Paola Barale sembra proprio un attacco polemico contro Alfonso Signorini. La biondissima ha messo in dubbio il “perbenismo” del conduttore dimostrato solo con tante parole, ma privo di concretezza. E si sa che Paola Barale non gradisce le mezze misure. (Continua dopo le foto).













Nel suo ‘sfogo’ social, la Barale fa riferimento esplicito al caso di una pubblicazione di alcune sue foto di nudo, ‘rubate’ da un paparazzo, mentre lei era in casa. Le parole di Paola mirano a sottolineare quanto sia facile parlare di rispetto senza mai applicarlo nella pratica. Ed effettivamente il suo è un vero attacco, probabilmente mosso dal fatto che non sono episodi che riescono a essere dimenticati o messi da parte tanto facilmente. Ecco cosa ha scritto Paola Barale: “Riflessione. Parole più che condivisibili, ma mi sfugge qualcosa… Signorini , l’altra sera, durante la puntata del Gf Vip denuncia con grande impeto e sicuramente a ragione, un cattivo esempio di “brutta televisione”. (Continua dopo la foto).



E ancora: “Lo ha ripetuto piu’ volte il direttore di “Chi” riferendosi alle esternazioni di bassissimo livello di uno dei concorrenti del programma, urlando giustamente alla necessità di porre fine alla mancanza di rispetto nei confronti della donna. Tutto questo mi suscita una domanda… Non è, forse, anche una forma di mancanza di rispetto, un brutto esempio di comunicazione e, non ultimo, di mercificazione del corpo femminile sbattere in prima pagina, su giornali e riviste scandalistiche, foto rubate, senza il consenso, di donne nude o nella loro intimità, spiate e paparazzate, pur di vendere qualche copia in più? Una cattiva comunicazione qualunque essa sia,televisiva o carta stampata , produce cattive conseguenze E per ripetere le parole che più volte ha usato il direttore di chi durante la puntata, questo non è un processo a nessuno, ma un invito a riflettere e alla coerenza.. #buonweekend”. (Continua dopo la foto e il post).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Parole più che condivisibili, ma mi sfugge qualcosa… Signorini , l’altra sera, durante la puntata del Gf Vip denuncia con grande impeto e sicuramente a ragione, un cattivo esempio di “brutta televisione”. Lo ha ripetuto piu’ volte il direttore di “Chi” riferendosi alle esternazioni di bassissimo livello di uno dei concorrenti del programma, urlando giustamente alla necessità di porre fine alla mancanza di rispetto nei confronti della donna. Tutto questo mi suscita una domanda… Non e’, forse, anche una forma di mancanza di rispetto, un brutto esempio di comunicazione e, non ultimo, di mercificazione del corpo femminile sbattere in prima pagina, su giornali e riviste scandalistiche, foto rubate, senza il consenso, di donne nude o nella loro intimità, spiate e paparazzate, pur di vendere qualche copia in più? Una cattiva comunicazione qualunque essa sia,televisiva o carta stampata , produce cattive conseguenze E per ripetere le parole che più volte ha usato il direttore di chi durante la puntata, questo non è un processo a nessuno, ma un invito a riflettere e alla coerenza.. #buonweekend

Un post condiviso da Piribri (@paolabaraleofficial) in data:

Un invito alla coerenza, quindi, quello lanciato da Paola Barale, ma anche un vero e proprio attacco verso il direttore Alfonso Signorini. La squalifica di Salvo Veneziano, così come molti altri atteggiamenti in casa a cui il pubblico ha dovuto assistere, lascerebbero pensare non poco. Stabilire l’orizzonte del rispetto reciproco e della privacy è sempre una questione pungente nel mondo del gossip e dello spettacolo. Purtroppo le ‘paparazzate’ diventano il pane quotidiano di molti, ma la controparte della notorietà è quasi sempre la mancanza di un’oasi di pace e discrezione. Il direttore di un giornale questo lo sa bene, quindi rimaniamo in attesa di capire cosa risponderà Alfonso.

GF Vip, Vittorio Cecchi Gori non sapeva di essere ripreso: cosa rivela a Rita Rusic

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it