Cantante Mascherato, Orietta Berti lo ha svelato dopo l’eliminazione. Il retroscena è clamoroso


È stato il Barboncino, che si è scoperto essere Arisa, a togliersi la maschera nella seconda puntata de ‘Il cantante mascherato’. La cantante lucana si è esibita sulle note di ‘Proud Mary’ dei Creedence Clearwater Revival, provando a cambiare la sua voce. Nella giuria qualcuno aveva fatto il nome di Alexia, c’era chi pensava a Ludovica Comello ma in molti, anche tra il pubblico e sui social, a pensare ad Arisa. Otto le maschere in gara: il Mastino, il Leone, il Coniglio, il Mostro, l’Angelo, l’Unicorno, il Barboncino e il Pavone, sotto le quali si celano otto personaggi molto famosi, la cui reale identità è completamente top secret, ne sono rimaste in gara sette.

La scorsa settimana l’Unicorno è stato eliminato e ha così svelato la sua vera identità: sotto la maschera si nascondeva il volto della popolarissima e amatissima Orietta Berti. Dopo le esibizioni, il cantante mascherato più votato sul profilo Instagram del programma e i prescelti dalla giuria vengono direttamente promossi alla puntata successiva. Gli altri due si sfidano nel duello finale deciso solo dal televoto. A sfidarsi ieri sono stati il Barboncino-Arisa e Mastino Napoletano. (Continua a leggere dopo la foto)








Solo pochissime persone che lavorano allo show conoscono davvero chi si nasconde dietro le maschere, i loro volti sono avvolti nel mistero persino nel backstage: per poter girare all’interno degli studi durante le prove, o al loro arrivo, i concorrenti devono infatti indossare un casco integrale e un mantello nero che li nasconde completamente, accompagnati sempre da una persona di produzione vestita in modo identico. Assolutamente vietato parlare con altre persone, tant’è che sui loro abiti scuri campeggia la scritta ‘Non parlarmi!’. Inoltre, nessuno dei concorrenti sa chi si nasconde dietro le altre maschere. (Continua a leggere dopo la foto)






Ma quanto ammonta la penale per i concorrenti che si fanno scoprire? A rivelare il clamoroso retroscena è stata Orietta Berti, eliminata della prima puntata che si è esibita dietro la maschera dell’Unicorno.

“Noi concorrenti siamo travestiti anche quando facciamo le prove o ci spostiamo da una stanza all’altra. Nessuno poteva vederci – ha rivelato la cantante al settimanale Spy – e nessuno poteva scoprirci, anche perché il contratto prevede una penale da 100 mila euro per chi spiffera qualcosa. Con i miei manager dei concerti e delle pubblicità ho dovuto inventare un sacco di bugie. Loro mi chiedecano perché andassi sempre a Roma in questo periodo e io mi sono inventata che stavo lavorando al cofanetto per i 55 anni di carriera. Non sa che fatica”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“Ci dovevamo travestire per entrare e uscire agli studi della Rai, – ha rivelato ancora Orietta Berti – per non farci vedere e dovevamo farlo sempre con un accompagnatore dello show. E prima di rientrare in hotel ci si doveva cambiare dentro ad una macchina con i vetri neri in un parcheggio”.

 

“Mia mamma ha detto che si vede”. Flavio Insinna legge l’sms al Cantante Mascherato

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it