“Se hai il coraggio…”. GF Vip: Wanda Nara e quella battutaccia su Barbara Alberti in diretta tv. Se ne sono accorti in tanti: “Vergognati!”


Una frase senza senso quella di Wanda Nara nei confronti di Barbara Alberti: una di quelle che poteva tranquillamente risparmiarsi. In molti hanno riportato una battuta di Wanda Nara durante l’ultima diretta del Grande Fratello Vip. Battuta che Wanda Nara avrebbe pronunciato parlando con Pupo. Frase che sui social viene riportata così: “A te tocca Barbara Alberti, voglio vedere come la baci”. Battuta che, tra l’altro, non sarebbe neanche sfuggita a Barbara Alberti inquadrata poco dopo. “Ha parlato di Barbara Alberti – scrive un utente su Twitter – come se fosse un pegno da pagare. Inqualificabile”.

Come andrà a finire? Come risponderà Wanda Nara a queste accuse? Cosa dirà Barbara Alberti? Non resta che aspettare le prossime puntata del reality. Nel frattempo al Grande Fratello Vip Ivan Gonzalez, confidandosi con Barbara Alberti, ha parlato della sua famiglia: “La mia famiglia è un po’ strana. Io sono vissuto sempre con mia nonna. Mia madre quando mi ha avuto era piccolissima. Aveva 15 anni. Adesso ha 45 anni. Quando cammino per la strada con lei, mi fanno le foto i paparazzi e dicono che è la mia fidanzata”. Continua a leggere dopo la foto


wanda nara barbara alberti







“Mi ha cresciuto mia nonna, mentre mia madre per me è stata sempre una sorella. Andando avanti, però, ho capito. Io pensavo che mia nonna e mio nonno fossero mia madre e mio padre”. “A 14 anni – racconta – mi hanno fatto la carta d’identità dove c’era scritto anche il nome di mia madre e mio padre. Diceva: Ivan Gonzalez figlio di Vittoria e figlio di Antonio. E mi sono detto ‘Chi è Antonio? Mio padre è Juan’. Poi ho chiesto e me lo hanno detto”. Continua a leggere dopo la foto






“È stata una bella botta perché ero piccolo. Ho sempre avuto un rapporto bellissimo con mia madre, ma non l’ho mai chiamata mamma nella vita. Anche adesso”. “Il mio vero padre – continua – è sparito quando sono nato. Dopo l’ho visto due volte. I miei nonni sono meravigliosi, ma mi è mancato avere un padre. Non so perché ma mi sento colpevole di questa cosa. Lui è tornato da me quando avevo 18 anni, ma io non ho fatto niente per creare un bel rapporto con lui”. Continua a leggere dopo la foto



 


“Quando ho compiuto 18 anni, è venuto a casa di mia nonna. Qualcuno ha aperto e ha chiuso subito la porta. C’era un’aria diversa a casa mia. Poi ho sentito la nonna che piangeva ma non capivo perché. Dopo un po’ ci siamo seduti a un tavolo e mi hanno spiegato tutto. Non ho pianto, ma adesso mi fa male. Lui voleva fare il padre, avrei preferito che non fosse tornato”.

Ti potrebbe anche interessare: Si arrampica su un albero e rimane impigliata sul ramo col caschetto: morta a 4 anni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it