“Ammazza!”. C’è posta per te, mentre Maria racconta la storia di Gabriele dietro le quinte succede qualcosa


Una puntata che ha generato fuochi d’artificio quella di ieri di C’è posta per te. Prima il grande ospite Johnny Depp, poi le storie strappalacrime e bellissime. Tra le tante una ha particolarmente toccato il cuore di milioni telespettatori: quella di una giovane madre che cerca di ricucire i rapporti col figlio. Si tratta della storia di Diletta che ha chiamato C’è Posta per Te per ricongiungersi col figlio Gabriele. La donna lo ha partorito quando era adolescente, ovvero a 16 anni. La sua storia col compagno è finita dopo nemmeno un anno. Non poche le difficoltà nel crescerlo da giovanissima, una battaglia che l’ha quasi fatta diventare anoressica.

Per il bene del ragazzino, quest’ultimo è andato a vivere con i nonni e il padre. Lei lo vedeva solo al fine settimana, ma poi pian piano lui si distaccava. Poi la svolta: il giorno del 18esimo compleanno di Gabriele la mamma gli fa un assegno: il giovane, però la prende malissimo al punto di dirle le peggiori cose. Eppure c’è una cosa che è successa durante questa storia che ha fatto impazzire i social network. Continua a leggere dopo la foto








È successo mentre Maria spiega la storia dei due e con le lacrime agli occhi, la madre ha chiesto al figlio Gabriele di tornare ad avere un rapporto. Maria De Filippi ha cercato in tutti i modi di mediare tra i due per fargli fare pace: “Non mi volevi far vedere mio padre. Fino ai sette anni non sono stato con lui perché mi mandavi dai nonni”. Continua a leggere dopo la foto






“Sono arrabbiato – continua – perché non hai mai rispettato i miei sentimenti, hai sempre fatto ciò che ti è convenuto”. Poi si sente all’improvviso un rumore dietro le quinte. Un oggetto si stacca da una telecamera e cade a terra. La conduttrice si spaventa ed esclama: “Ammazza” strappando un sorriso a Gabriele. Continua a leggere dopo la foto



 


Alla fine, mentre ci pensa, il ragazzo scoppia a piangere e Maria De Filippi finalmente lo convince ad aprire la busta. Mamma e figlio si abbracciano in lacrime. Tutto è bene ciò che finisce bene e ora in tanti si chiedono: quanto quel rumore e il relativo sorriso del ragazzo ha hanno spinto quest’ultimo ad una risposta positiva? Non lo sapremo mai.

Ti potrebbe anche interessare:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it