“Il flirt con Maria De Filippi”. Paola Barale svela i retroscena su quel rumor


Paola Barale, ospite, insieme al giornalista Bruno Vespa, de ‘La Confessione’ di Peter Gomez venerdì 3 gennaio alle 22.45 su Nove, racconta la sua vita e rivela alcuni aneddoti, come quello del blitz dei carabinieri nella casa presa in affitto all’Isola dell’Elba da Paola Barale e alcuni suoi amici nell’estate del 2001.

Paola Barale ha raccontato i dettagli di quel giorno, quando, spiega il giornalista “in una casa presa in affitto da lei e altre persone nell’estate del 2001 all’Isola D’Elba, arrivano i carabinieri e trovano della marijuana“, con questa premessa: “Io non amo parlare di questo aneddoto perché è costato sette anni di processo”. La showgirl precisa: “I carabinieri non arrivano in casa”. (Continua a leggere dopo la foto)








Inoltre, “io non sono stata accusata di marijuana, io sono stata accusata di crack, che non ho mai visto in vita mia, eroina, che non ho mai visto in vita mia”. E non solo, perché “siccome dormivo con una mia amica, tra l’altro mia testimone di nozze (nel ’98 Paola Barale aveva sposato Gianni Sperti, ndr) – dice ancora l’ex valletta ufficiale di Mike Bongiorno – sono stata accusata sui giornali di essere lesbica e di fare dei giochi erotici con tanto di oggetti di piacere nel letto”. Ovviamente la Barale ha “fatto causa per tutte le cose che non erano vere”. (Continua a leggere dopo la foto)






E partendo da questa rivelazione Paola Barale ha parlato anche dei gossip sul suo legame con Maria De Filippi. “Come è nata questa storia? Mi sono già fatta un’idea – ha detto la Barale -. Però sono una persona con un senso del pudore molto alto, non mi va di parlare di altre persone che non hanno mai avuto voglia di parlare di questo. All’inizio non capivo. Perché io non conosco bene la signora De Filippi. L’avrò vista sì e no 10 volte, ma solo in studio. Forse sono andata più volte con Maurizio a pranzo, per parlare di lavoro, ma mai a casa loro”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“Quando è finita Buona Domenica io mi sono fatta mille domande. – ha spiegato ancora Paola Barale – Le leggende metropolitane hanno sempre un fondamento di verità. Secondo me io ho capito da dove è nato questo rumor. Sono quasi convinta. Non dipendeva da me, ma dai comportamenti di altre persone che stavano intorno a me, che lasciavano pensare agli altri che questa cosa fosse vera”.

Barbara D’Urso, incidente nel deserto: al volante c’era Jonathan Kashanian del Grande Fratello

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it