Festival di Sanremo, svelato il prezzo dei biglietti. Immediata scoppia la polemica. Ecco le cifre astronomiche


Il festival di Sanremo si avvicina e continuano a circolare indiscrezioni e rumors su questa 70esima edizione che vedrà per la prima volta Amadeus alla conduzione. Amadeus, inoltre, sarà anche il direttore artistico della kermesse canora e ora è al lavoro per prendere accordi con cantanti e ospiti. Non c’è ancora molto di certo ma qualcosa sì: tra gli ospiti del Festival di Sanremo 2020 ci saranno Al Bano e Romina e anche Tiziano Ferro che resterà per tutte le puntate della manifestazione.

ùQuesta è una grande notizia per i fan del cantante e di sicuro un bel colpo per Amadeus che potrà contare su un cantante davvero forte… Ma quando si parla di Sanremo, non si può non parlare anche di polemica. E infatti ecco qua una bella polemica che riguarda il Festival di Sanremo. Vediamo nel dettaglio cosa è successo. Sabato 21 dicembre gli organizzatori del Festival hanno fatto sapere come fare per acquistare i biglietti, siano essi per l’intera manifestazione o per una sola puntata. Continua a leggere dopo la foto









Gli organizzatori hanno anche svelato i prezzi dei biglietti ed è stata proprio quella informazione a far scoppiare la polemica. Perché i prezzi dei biglietti per seguire il festival sono davvero proibitivi. Va fatta una premessa: tra stampa e addetti ai lavori, i posti “in vendita” non sono molti. Comunque ecco quanto dovrà spendere chi vuole seguire la manifestazione. Il prezzo per la singola serata varia dai 100 ai 180 euro. Ma, per la finale, il prezzo si alza notevolmente e arriva a 660 euro. Continua a leggere dopo la foto






Una bella cifra, accidenti. Per non parlare dell’abbonamento. Chi volesse seguire l’intera manifestazione spenderebbe dai 672 euro in galleria e circa 1280 in platea. Considerando che Sanremo è considerato una manifestazione “popolare”, le cifre dei biglietti non rispecchiano minimamente la cosa. Ed ecco spiegato perché in rete sia scoppiata la polemica. In tanti, sui social, si sono lamentati dei prezzi alti che in pochissimi potranno permettersi. Continua a leggere dopo la foto



 

In certi casi, l’abbonamento per una sola persona equivale a uno stipendio. Chi mai può spendere tutti quei soldi solo per seguire il Festival di Sanremo dal teatro Ariston? C’è da dire però che, anche per certi concerti, le cifre sono alte. Quindi non potevano che esserlo anche per il Festival di Sanremo. Vorrà dire che lo guarderemo da casa…

“Ah, ha vinto lui?!”. Bufera immediata. Leo Gassman a Sanremo e in rete si scatena il delirio

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it