Barbara D’Urso non regge e scoppia a piangere in diretta. E sono lacrime a Pomeriggio 5


E sono ancora lacrime a Pomeriggio 5. Ancora una volta Barbara D’Urso non riesce a trattenere la commozione e scoppia a piangere in diretta. Succede nell’ultima puntata della trasmissione pomeridiana di Canale 5 andata in onda. La conduttrice è tornata a emozionarsi fino alle lacrime per una storia molto toccante che, come dice lei, “le ha colpito il cuore”.

È la storia di Patrizia, la donna di Firenze di 53 anni che era in collegamento con lo studio di Pomeriggio 5 anche il giorno precedente e che sarebbe stata segregata e violentata dall’ex cognato in un pollaio delle campagne tra Rufina e Pontassieve, in provincia di Firenze. per circa un mese. L’uomo ha tenuto la 53enne legata ad una brandina per poi portarla in una roulotte, senza mai permetterle di recarsi in bagno, e alimentava la donna solo con acqua e biscotti, così come la stessa vittima ha riportato al talk. (Continua dopo la foto)








Nel suo terribile racconto registrato a Pomeriggio 5, Patrizia è scoppiata a piangere per le pene patite fino al momento in cui non è riuscita a liberarsi del suo aguzzino, il quale è stato arrestato. E nel corso della nuova intervista concessa a Pomeriggio 5, ha fatto sapere di essere stata costretta dal suo violentatore a scrivere una lettera al figlio, Manuel, in cui faceva sapere a quest’ultimo di essere fuggita via con un altro uomo, in Albania. (Continua dopo la foto)






Manuel, anche lui in collegamento con Carmelita, non ha nascosto il suo dolore: “Ci ho creduto ed ero distrutto. Ho letto la sua lettera e sembrava tutto vero… ho sofferto, ma chi ha sofferto più di tutti è mia madre”. E quando l’inviata della trasmissione parla del presunto aguzzino, ora in carcere, che avrebbe respinto le accuse, il figlio di Patrizia scoppia a piangere. (Continua dopo foto e post)



 


“Manuel, un vero uomo ha il coraggio di piangere, quindi non vergognarti – l’ha rincuorato Barbara D’Urso – Capisco che per te deve essere stato un mese tremendo. In questo momento vorrei tanto però che fossi tu a prendere la mano di mamma e a dirle ‘dai mamma non piangere, perché ci sono io’. Noi mamme siamo quelle sempre pronte anche in momenti di difficoltà a prendere la mano di un figlio e dirgli ‘dai ci sono qui io’. Però ogni tanto ci aspettiamo anche che un figlio ti prenda la mano e ti dica ‘mamma ci sono io per te’”. E pronunciando queste parole, Barbara non ha retto e si è commossa fino alle lacrime.

“Irriconoscibile!”. Mauro Coruzzi, alias Platinette, la foto prima-dopo è impressionante

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it