“Un anno drammatico, non cantava più”. Albano Carrisi, il figlio Yari sulla morte della nonna Jolanda


È morta a 96 anni, nella sua casa di Cellino San Marco, Jolanda Ottino, la mamma del cantante Albano Carrisi. “Grazie nonna, sei stata una donna fenomenale – scrive su instagram il nipote Yari Power, figlio di Al Bano e Romina, che pubblica una foto che lo ritrae insieme all’amata nonna -. Ci facevi da genitore quando i miei viaggiavano e noi andavamo a scuola – prosegue il post – ti sei sempre presa cura di tutti, hai vissuto per la gente che amavi”.

”E così facendo, sei diventata la nonna adottiva di tutta Italia – continua Yari su instagram -. Questa è la nostra ultima foto insieme, scattata a novembre. Riuscivamo insieme sempre a strappare la risata. Rideremo per sempre insieme, anche in faccia ai momenti più difficili, sicuri del nostro amore. ‘I love you nonna’, conclude il figlio di Al Bano. A ricordare con affetto l’ex suocera, anche Romina Power. (Continua a leggere dopo la foto)









“Mamma Yolanda, mi hai accolta come una figlia ed io te ne sarò eternamente grata . Vivrai per sempre nel mio cuore”. Questo il tenero ricordo condiviso via social da Romina Power di Jolanda Ottini. Parole accompagnate da una foto del passato in cui la cantante sorride insieme alla suocera. “Così per sempre. Non si muore mai quando si vive nel cuore di qualcuno”, ha scritto la cantante in un altro post che questa volta accompagna una foto di lei che abbraccia Al Bano. (Continua a leggere dopo la foto)






La trasmissione Mattino Cinque, ha concesso ampio spazio alla notizia mostando l’arrivo dell’artista alla camera ardente. Attualmente, la salma si trova nella cappella di famiglia. Per i funerali, verrà portata nella chiesa di Cellino San Marco, da sempre il suo luogo del cuore. Ai microfoni di Federica Panicucci Yari Carrisi, figlio di Al Bano e Romina Power, ha rivelato quanto gli ultimi dodici mesi siano stati difficilissimi. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“Ultimo anno difficile, di alti e bassi. Ultimamente non riusciva più a cantare”. E ancora: “Era lei che si occupava di noi, è stata un po’ anche una madre per me – rivela -. Non mi salutava neanche, quando arrivavo lei mi diceva: Hai mangiato? Ogni volta che torno qui in Puglia metto su qualche chilo”. Dolore, ma nessun rimpianto: “Ha vissuto una vita completa, intera, lunga. Chi mai se lo aspettava nel 1923 che aveva un mondo da scoprire e che sarebbe andata avanti così a lungo la sua vita e che sarebbe stata così piena. Ha lasciato un pezzo di magia”, ha concluso il figlio di Al Bano Carrisi.

“È uno schifo…”. Eros Ramazzotti, dopo mesi di voci incontrollate ha deciso di parlare. E ci va giù pesante

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it