“La vita in diretta cancellata”. Lorella Cuccarini e Alberto Matano ‘a casa’: la decisione della Rai


‘La Vita in diretta’ non sta riscuotendo enorme successo, nonostante i conduttori Lorella Cuccarini ed Alberto Matano lavorino costantemente con dedizione e grande professionalità. I risultati raggiunti negli ascolti non sono grandiosi: lo share varia dal 13 al 15% e spesso non si riescono a collezionare nemmeno due milioni di telespettatori.

Ma la notizia riportata da ‘Tv Blog’ è davvero clamorosa e per certi versi decisamente inaspettata. I vertici della Rai stanno valutando di assumere una decisione netta: cancellare definitivamente il programma all’inizio della prossima stagione televisiva, ovvero verso il mese di settembre. La concorrenza è infatti troppo agguerrita e vincente. (Continua dopo la foto)







Sono ormai anni che ‘La Vita in diretta’ non decolla e nonostante l’impegno profuso dai presentatori, chi trionfa quotidianamente è sempre Barbara D’Urso su Canale 5 con il suo programma ‘Pomeriggio 5’. E addirittura è capitato in diverse occasioni che anche ‘Geo’, la rubrica di informazione di Rai 3, abbia superato la trasmissione di Lorella ed Alberto. (Continua dopo la foto)








Andiamo a vedere nel dettaglio cosa ha scritto ‘Tv Blog’: “Pare che non si pensi di confermare nella prossima stagione La Vita in diretta, sempre più incalzata da Geo. Questo nonostante l’ottima professionalità ed impegno dei due attuali conduttori Lorella Cuccarini e Alberto Matano che pagano un formato forse ormai superato ed usurato. Per questo motivo si starebbe pensando di lavorare per la prossima stagione tv ad un nuovo programma che vada a sostituire la storica trasmissione nata su Rai 2”. (Continua dopo la foto)

“La soluzione più semplice potrebbe essere quella di spostare Geo su Rai Uno e fare un nuovo contenitore di notizie su Rai 3 con la collaborazione di Rai News”, ha concluso ‘Tv Blog’. Ovviamente conferme in merito da fonti ufficiali non sono ancora giunte, ma la proposta è da ritenersi credibile e fondata. La responsabilità dunque non è da addossare alla Cuccarini e a Matano, che cercano di fare il possibile per ottenere almeno degli ascolti accettabili. Il problema è rappresentato dall’organizzazione generale del programma, ormai considerato antico e che ha bisogno di un cambiamento radicale oppure, come detto poc’anzi, di una sua totale cancellazione. Vedremo nei prossimi giorni cosa accadrà.

“Al secondo mese, lui è già in posizione”. Elisa Isoardi, boom di like per la foto social

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it