“Zitta, cogl**a!”. Barbara D’Urso, Vittorio Feltri ‘sbrocca’: succede tutto in studio


Baraonda a ‘Live – Non è la D’Urso’ in una puntata piena di avvenimenti. Tra i protagonisti, il giornalista Vittorio Feltri conosciuto per i suoi toni molto poco concilianti. Dopo aver sbottato contro gli ospiti ha lasciato lo studio di Live-Non è la D’Urso. Il direttore di Libero era presente in puntata con Sgarbi per un confronto con le cinque sfere: “Io parlo come la gente comune, voi fate un’inutile guerra al vocabolario”, ha risposto alle critiche di Alda D’Eusanio che le chiedeva conto del suo linguaggio spesso colorito.

Vladimir Luxuria si è soffermata sulle parole che il giornalista spesso riserva agli omosessuali: “I termini fro**o, ricch**ne, culat**ne sono battute che possono strappare risate, ma sono un insulto e c’è chi si è suicidato per colpa di queste parole.” Vittorio Feltri inizia a innervosirsi: “Siete delle galline, Barbara dove le hai trovate?“, dice rivolgendosi alla padrona di casa. Continua dopo la foto








La situazione si fa ancora più incandescente poco dopo quando Veronica Maya riporta la discussione sul suo linguaggio: “Ma lei non ha dei nipoti?”, chiede l’opinionista a cui il giornalista replica a tono: “Sì e rompono i cog**oni“. Le voci si sovrappongono, Feltri all’ennesima interruzione sbotta: “Ma la mamma non vi ha insegnato l’educazione? La smettere di rompermo i cogl**ni? Mi sono rotto le palle, siete solo delle galline. Me ne vado.” Continua dopo la foto






Molto più interessante la lite tra Vladimir Luxuria e Vittorio Sgarbi. La ex parlamentare attacca il critico d’arte, colpevole di aver detto di averla vista per la prima volta quando “batteva in strada”: “Quella frase mi ha scioccata. Ti ricordo io come ci siamo conosciuti. Erano gli anni ’90, io ero uscita da un locale, ero sul ponte Casilino e si ferma questa grande macchina. Scende il finestrino e vedo Vittorio Sgarbi. Mi invita a salire in auto, c’era con lui anche Elenoire Casalegno. Ci portò su un set cinematografico, ci mostrò la Roma di notte. Ci fece una lectio magistralis. Forse Vittorio non ricorda bene, pensa io chissà che ci facessi per strada…”. Continua dopo la foto



 


Sgarbi però non ci sta e precisa: “Io ti ho visto nella evidente posizione di chi batte. Non sei stata scambiata per prostituta, tu lo eri. Tu facevi quello che hai detto, lo facevi e lo hai ammesso. Parlo del passato…”. Da quel punto in poi, solo insulti e urla: “Sei stata un uomo o no? Non mentire. Ce l’hai il cazzo o no? Ce l’hai o no? Io ho sempre avuto grande rispetto di te. Io amo i travestiti, li amo e non mi rompere il cazzo a me”.

Ti potrebbe interessare: Occhi di ghiaccio e capelli rossi. Bellissima come i genitori (entrambi famosi): chi è la figlia vip

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it