Verissimo, Francesca Manzini in lacrime di fronte a Silvia Toffanin: troppo doloroso quel racconto


L’attrice ed imitatrice Francesca Manzini è figlia di un dirigente sportivo, quindi ha trascorso gran parte dei suoi primi anni di vita allo stadio. Ma le sue più grandi passioni sono state il cinema e l’intrattenimento ed a 18 anni ha esordito per la prima volta in televisione. Oggi è stata ospite di ‘Verissimo’ e con Silvia Toffanin ha toccato diversi argomenti.

A proposito di quando era soltanto una bambina ha detto: “Io per non sentire cose che una bimba non dovrebbe sentire mi rinchiudevo in camera. Fuori c’era tanto squilibrio. Sì, mamma e papà, che ringrazierò tantissimo perché mi hanno insegnato il male, ti accende un istinto di sopravvivenza”. E nonostante queste brutte esperienze, la donna ha ammesso di non odiare i suoi genitori. Anche se il papà è stata una persona molto fredda. (Continua dopo la foto)








“Mio padre è stato un uomo che non ha saputo dimostrare, esprimere. Ho avuto una persona che è padre perché mi ha messo al mondo e mi ha cresciuta, a modo suo. E lo ringrazio per come lo ha fatto, perché per quanto io possa essere stato un fallimento per lui, io adesso sono qui con te”, ha affermato Francesca. (Continua dopo la foto)





Una delle protagoniste di ‘Amici Celebrities’ si è soffermata anche sui problemi che l’hanno afflitta in passato, ovvero la bulimia e l’anoressia: “Mi ammalai perché stavo prendendo coscienza di quello che vedevo. Non l’ho vista come una punizione, è proprio un lasciarsi andare. Sono stata anoressica per tre mesi e mezzo e subito dopo sono entrata nella bulimia, per sei anni. Ho vissuto male”.

“Io ero una vagabonda, ho frequentato gente brutta e ho vissuto un periodo brutto. Mi sono lasciata andare, bevevo anche qualcosa in più e non mi faceva bene. Ne sono uscita da sola”, ha confessato Francesca Manzini. Che successivamente non ha retto all’emozione ed è scoppiata a piangere quando la Toffanin le ha chiesto se avesse pensato anche al suicidio: “Può succedere. Sai, non avere una famiglia e soprattutto vivere è una grandissima responsabilità. La vita è bellissima. Io sono una persona che si è fatta male da sola, ma la colpa è stata anche mia. Ma non avevo scelta, non avevo chi mi diceva cosa fare”, ha concluso l’attrice. La Manzini è una grande tifosa della Lazio ed ha lavorato come animatrice per molti villaggi turistici. Ha una passione anche nei confronti della mediazione finanziaria.

Caterina Balivo al naturale (e con la scollatura profondissima): “Senza trucco sei ancora più bella!”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it