“Ecco perché non ci sarò io”. Sanremo: dopo tante voci su Claudio Baglioni, ora viene tutto fuori


L’eccezionale cantautore italiano Claudio Baglioni è stato il grande protagonista delle ultime due edizioni del Festival di Sanremo. Le sue conduzioni sono state impeccabili, ma nel 2020 non lo vedremo perché al suo posto ci sarà Amadeus. L’artista 68enne è stato intervistato dal ‘Corriere della Sera’ ed è tornato a parlare delle polemiche scaturite dal successo di Mahmood con la canzone ‘Soldi’.

“Mi è dispiaciuto che qualcuno abbia portato la sua vittoria sul fronte politico, ma Sanremo è una vetrina grande e, segno dei nostri tempi, tutti parlano di tutto”, ha affermato Baglioni. L’autore di ‘Strada facendo’ e ‘Questo piccolo grande amore’ dispensa anche dei consigli al suo successore, che sicuramente avrà un compito arduo da svolgere. (Continua dopo la foto)









“Amadeus ha già grande esperienza televisiva e musicale. Gli direi di evitare l’ospite che viene solo a fare passerella”, ha detto il cantautore. Vedremo se il conduttore televisivo lo ascolterà ed apprezzerà il suo consiglio. Baglioni però si è anche soffermato sulla possibilità di condurre il terzo Festival consecutivo, ma ha spiegato i motivi che lo hanno spinto a rifiutare. (Continua dopo la foto)








“Avevo immaginato una nuova formula, ma poi ho pensato che dopo due imprese buone era un territorio minato. Siamo andati d’accordo, anche se c’è stata mezza giornata di tensione. Non ho sassolini da togliermi. Mi hanno lasciato campo libero, senza diktat”, ha confessato Claudio Baglioni. La questione della polemica con l’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini, sulla questione migranti fece infatti alzare la tensione durante i giorni della kermesse musicale. (Continua dopo la foto)

Per quanto riguarda il suo futuro da artista, Claudio tornerà in tour nel 2020 con ‘Dodici note’ ed offrirà a tutti i suoi più grandi classici per la prima volta in assoluto in un’inedita dimensione classica. Si esibirà infatti nella location delle Terme di Caracalla. In totale ci saranno dodici serate, in programma dal 6 al 18 giugno. All’annuncio della notizia, il sovrintendente del Teatro dell’Opera di Roma, Carlo Fuortes, ha commentato: “Accogliamo con gioia il progetto musicale di Claudio Baglioni, accompagnato da orchestra e coro. Negli ultimi anni, con una rigorosa attenzione alla qualità delle proposte, il palcoscenico ha accolto progetti unici dedicati a grandi artisti della musica di oggi: i concerti di Claudio Baglioni entrano di diritto tra questi”.

“Ho visto le sue…”. Imbarazzo in diretta per Lorella Cuccarini. È Cesare Bocci a parlare del suo corpo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it