“È morto Alessandro Haber”: il tweet di Rai2 getta il pubblico nello sconforto. Si scopre subito che non è vero


Panico in rete dopo il tweet pubblicato da Rai2 durante l’ultima puntata del programma “Maledetti Amici Miei” andata in onda giovedì 24 ottobre 2019. Il tweet in questione, pubblicato sul profilo ufficiale di Rai2, ha mandato in tilt la rete e, in seguito, generato moltissime polemiche. Ma che c’era scritto nel tweet incriminato? “È morto Alessandro Haber”. Un tweet che ha gettato il pubblico nello sconforto e che è stato seguito da attimi di panico specie da chi non stava guardando la trasmissione che porta la firma di Alessandro Haber,

Rocco Papaleo, Sergio Rubini e Giovanni Veronesi. “Ultima ora: è morto Alessandro Haber. L’attore si spegne all’età di 72 anni negli studi Voxson di Roma durante la puntata di Maledetti Amici Miei”, è questo il testo integrale del tweet comparso su Twitter di Rai2. Ma era uno scherzo. Scherzo che andava di pari passo con la finta morte di Haber durante la trasmissione. Chi seguiva la trasmissione sapeva che era uno scherzo, ma chi non la seguiva no. Continua a leggere dopo la foto








Dopo la comparsa del tweet, quando è venuta fuori la verità, il pubblico a casa ha protestato e ha sollevato una grossa polemica: che razza di scherzo è? Ma come si fa scherzare sulla morte di una persona? I telespettatori che non seguivano il programma hanno realmente creduto che l’attore fosse morto. E quello che doveva essere un gioco, è finito nel peggiore dei modi. Con i fan allarmati e infuriati che hanno replicato a gran voce. Continua a leggere dopo la foto






“Uno scherzo di pessimo gusto”, “Di pessimo gusto vestirla come una notizia vera. Oltre ogni limite”, “La rai non può fare questi scherzi per avere audience… non si scherza con la morte… voglio sentire @gioveron @Rocco_Papaleo la verità dove sta… rispondete”, sono stati alcuni dei commenti al tweet. In tanti, però, prima di sapere la verità, si sono preoccupati davvero e sono andati su internet in cerca di informazioni su Haber. Continua a leggere dopo la foto



 

Quello “scherzo” era un modo per fare audience e attirare l’attenzione del pubblico su uno show che non ha avuto un successo abbastanza ampio da giustificare le entrate pubblicitarie ricevute? In fondo Maledetti Amici Miei è, come concetto, un programma di nicchia: un progetto sperimentale tra il varietà e lo spettacolo teatrale. Troppo per il pubblico? Forse. O forse, semplicemente, il pubblico preferisce altro. La morte di Haber è servita ad alzare lo share? Bah, la puntata ha registrato il 3.6%.

Addio a Monica Scattini. Da Haber a Verdone, una folla commossa al funerale della ”toscanaccia”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it