“Lasciatela in pace”. Barbara D’Urso nella bufera, stavolta però ecco un aiuto inaspettato (e pesantissimo)


Barbara D’Urso è sempre al centro della attenzioni di fan e giornali. L’ultimo periodo non è stato facile per Carmelita che si è vista costretta a far fronte a tante critiche. Parole spesso ingenerose per quella che, numeri alla mano, continua a essere una delle punte di diamante della televisione italiana. Così la pensa anche Maurizio Costanzo, uno che di televisione se ne intende e che può permettersi di dare consigli e opinioni.

Maurizio Costanzo lo ha fatto dalle colonne della sua rubrica sul settimanale di Riccardo Signoretti, Nuovo. Sull’ultimo numero del magazine il conduttore ha risposto alla lettera di una signora che si è lamentata perché Live Non è la d’Urso finisce troppo tardi. “Quel programma ha un difetto: finisce troppo tardi. Lei che ne pensa?”. Continua dopo la foto








Il giornalista ha dato ragione alla lettrice ed ha aggiunto che il prime time dovrebbe iniziare alle 20:30, come accadeva negli anni 90. “Questa prassi si è consolidata nel tempo per tanti programmi, e ad essere penalizzati sono i telespettatori. Forse sarebbe meglio tornare agli orari di una volta, quando il prime time era alle 20.30. La conduzione? Barbara è una donna carismatica e una conduttrice molto seguita”. Continua dopo la foto






Solitamente Maurizio non risparmia shade e punzecchiature, ma questa volta è stato buono.A quanto pare Costanzo è uno dei Carmeliters che prende tutti i giorni il caffeuccio…“Quando una persona ha successo capita spesso che attragga non solo complimenti, ma anche critiche. Vuoi per invidia, vuoi per semplice cattiveria. Per questo Barbara d’Urso, che da anni è una delle signore più in vista di Mediaset, è nel mirino di tanti detrattori”. Continua dopo la foto



 


E poi conclude: “Ma lo ha detto lei stessa, cara Luisa: le sue trasmissioni sono piene di personaggi interessanti, che spesso e volentieri diventano protagonisti di altri programmi. Quindi potrà risultare simpatica o antipatica, poco importa ed è un giudizio a discrezione del pubblico, ma è fuori dubbio che la conduttrice partenopea sia un’esperta nel suo settore e che sappia benissimo scovare storie e volti che piacciono ai telespettatori e che servono a coltivare i suoi ottimi ascolti. Davanti ai dati, positivi da anni, non ci posso essere perplessità sul suo valore. Poi nella guerra degli ascolti qualche colpo basso c’è sempre.”

Ti potrebbe interessare: “Non mi hai rotto…”. Dopo il retroscena di Elisa Isoardi, la replica di Matteo Salvini. Parole grosse

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it