“Non dovevano farlo”. Polemica dopo la puntata de Le Iene dedicata a Nadia Toffa. È successo sotto gli occhi di tutti e non è piaciuto affatto


È andata in onda martedì 1° ottobre la prima puntata della nuova stagione de Le Iene, la prima senza Nadia Toffa, la giornalista ed ex conduttrice del programma venuta a mancare il 13 agosto scorso per un tumore al cervello. Nadia Toffa era un volto storico del programma ed era molto amata dal pubblico. Fu proprio durante la trasmissione che, dopo il suo malore a Trieste, annunciò di aver avuto un cancro e di essere stata operata. Sembrava che fosse tutto ok, ma non era così: quello di Nadia era un tumore serio e non le ha dato scampo. Ma non ha vinto il tumore, ha vinto comunque Nadia che era una forza della natura che resterà per sempre impressa nel cuore di tutti. Per salutarla, quelli de Le Iene, hanno deciso di ritrovarsi in 100 in studio, durante la prima puntata. Tutti lì, per salutarla, omaggiarla, abbracciarla.

“Sei entrata nei nostri cuori e sei stata un esempio per tutti quelli che hanno perso le speranze, la voglia di vivere – ha detto Alessia Marcuzzi in apertura – Hai trasmesso la tua grinta a tutte le persone che si erano arrese a quella malattia che tu hai sempre chiamato con il suo nome. Quel cancro tremendo di cui non ti sei mai vergognata”. Parole strazianti e commoventi, quelle pronunciate da Alessia Marcuzzi per Nadia Toffa, parole che hanno preceduto il video inedito che Nadia Toffa ha voluto registrare lo scorso dicembre in una sorta di video-testamento. Continua a leggere dopo la foto







“Non è il quanto vivi, ma come vivi. Io sto facendo il possibile per ritardare la mia morte. Vedremo quanto tempo avrò ancora, ma non credo molto” dice Nadia Toffa nel video che è stato trasmesso in prima serata durante la prima puntata de Le Iene. “La sorpresa è questa, io vorrei incontrare amici, persone care, persone che hanno lasciato il segno in questa mia vita, amici, parenti, colleghi, persone che hanno lasciato un segno, che mi sono state vicine in questo ultimo anno che è stato tremendo,

persone che contano davvero (…) Io spero di avere più tempo possibile, sto facendo tutte le cure, il problema è che continua a tornare questo tumore, vedremo quanto tempo avrò ancora, non molto credo. Io mi alzo la mattina e sorrido alla vita perché io amo la vita, l’ho sempre amata e l’amo anche adesso, ancora di più forse”. Continua a leggere dopo la foto






Un video che spezza il cuore, che ha lasciato tutti a bocca aperta. Ma durante la proiezione del video tutti hanno notato quel fatto spiacevole, ipocrita. Quella pubblicità, proprio quando 2.521.000 italiani (cioè quasi il 15% di share) erano sintonizzati su Italia 1, è apparsa a tanti come qualcosa di davvero irrispettoso. Era una serata di commemorazione che si è aperta con alcuni frame che mostrano la Toffa alla conduzione de Le Iene.

Ma a pochi secondi dall’inizio della puntata, ecco la pubblicità. Il pubblico a casa resta basito di fronte a quell’assurdità, alla mancanza di rispetto. Secondo il pubblico, in una serata come quella, la pubblicità andava tenuta fuori. “Non dovevano farlo” è uno dei tanti commenti che si legge sui social. In tanti non sono d’accordo su quella scelta. Ma altri si lamentano anche dello sciacallaggio del programma: “La notizia che Le Iene hanno utilizzato i filmati degli ultimi momenti di vita di Nadia Toffa per fare ascolti mi fa venire i brividi”, ha commentato qualcuno. Continua a leggere dopo la foto



 


E ancora: “Tutto pur di aver ascolti Nadia Toffa, perché i guardoni si sentano al sicuro. Come quando contano le macchie di sangue del morto sul raccordo anulare”. Ma torniamo al suo progetto: incontrare le persone importanti. Mamma Marghe, l’ex fidanzato Max, due compagne del liceo, Margherita e Francesca, Tommaso, la nonna Maria, scomparsa poco dopo la morte di Nadia, e la nipotina Alice: sono queste le persone che Nadia ha incontrato.

Quegli incontri, però, non sono ancora stati montati e trasformati in servizi. Lo stesso Davide Parenti ha dichiarato: “Fino ad oggi non abbiamo ancora avuto il coraggio di guardarlo, ancor meno di lavorarci. Lo faremo appena ce la sentiremo. Potremmo riuscire a trasmetterlo verso la fine dell’anno, intorno a Natale”. Ma una cosa è certa: “Tutte le volte che finiremo il programma diamo la buonanotte a Nadia, nella sigla di coda ci sarà sempre lei che balla al tramonto”.

“Vergogna!”. Teo Mammucari, i fan non perdonano l’assenza al tributo per Nadia Toffa

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it