“Così non vale”. Giovanni Ciacci sommerso di critiche. E tutto fa pensare a Bianca Guaccero


Non era l’esordio che Giovanni Ciacci sognava. Via da Detto Fatto, con una coda polemica mica da poco, per cercare fortuna lontano dalla Rai. Una scelta di vita, si potrebbe dire, che però non sembra dare i frutti sperati. Dopo l’inziale sostegno infatti sono molti i fan che adesso gli rimproverano di aver imboccato la strada sbagliata.

Il programma che sta conducendo al fianco di Elenoire Casalegno sta ottenendo un riscontro in termini di pubblico e di share più che lusinghiero ma qualcosa ai telespettatori non torna. E non si tratta del pizzetto colorato di blu che si intona con le pareti di ‘Vite da copertina’ ma l’impronta che Giovanni Ciacci ha dato al programma. Sono infatti moltii fan si scagliano, accusando lo stylist di aver ripreso un po’ troppo da vicino le rubriche che curava su Rai Due. “Hai fatto un copiato” si legge tra i commenti. Continua dopo la foto









Altri ci vanno ancora più duri: “Sei venuto via dalla Rai perché non ti facevano esprimere e poi copi il programma di Bianca”. Il tono è sempre questo. Giovanni Ciacci, da parte sua non si scompone e continua ad affrontare ogni giornata e ogni puntata con lo stesso entusiasmo. Pure se momenti di tensione negli ultimi giorni non sono mancati. Continua dopo la foto






ro. Il direttore di RaiDue fino al 28 novembre, giorno di scadenza del mandato, ha rilasciato un’intervista a “ilfattoquotidiano.it” rivelando che il costumista non lavora più in Rai perché “condannato”, immediata la replica: “Lo querelo, sono indagato e non ho mai avuto alcuna condanna”. Freccero si è scusato immediatamente e rettificato: “E’ stato un lapsus, mi scuso, incidentalmente mi è sfuggito condannato invece di indagato”. Ma Ciacci è deciso ad andare avanti. Continua dopo la foto



 


“A Pomeriggio 5 Giovanni Ciacci ha spiegato quello che è successo ed ha rivelato che tutto è nato da una sua piccola dimenticanza. Che giornata difficile. Io ho saputo tutto stamani. Stavo andando al lavoro e mi trovo i messaggi dei quotidiani più importanti che mi dicono che sono stato condannato. Io ho chiamato subito il mio avvocato che mi ha detto che non è vero nulla”.

Ti potrebbe interessare: Tir perde carico di legnami: morto un 15enne, gravissima la mamma

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it