Enrico Mentana ‘sbrocca’ in diretta tv. La furia dopo quello che gli hanno combinato


Povero Chicco, durante le maratone lo fanno sempre inalberare. Parliamo naturalmente di Enrico Mentana che durante l’ultima meravigliosa superdiretta in occasione della fiducia del governo Conte-bis, ha letteralmente passato una ‘sciagura’. Passa decine e centinaia di ore in diretta per seguire le notizie politiche e perde il momento clou, ossia la fiducia al Conte Bis. Una beffa del destino. Anzi, della pubblicità. Martedì, in occasione dell’ultima Maratona Mentana, il direttore ha dovuto fare i conti col nero pubblicitario negli stessi istanti in cui la presidente del Senato Elisabetta Casellati leggeva l’esito della votazione della fiducia al governo Conte bis.

“Potevamo andare in pubblicità, ma non lo faremo adesso. Anzi, andiamo in pubblicità e la interrompiamo se vediamo che si approssima la proclamazione. Però attenzione”. E infatti. Al rientro in studio, la notizia era già “bruciata”. “La scelta mi fa arrabbiare e fa arrabbiare anche voi. Non sono usciti dalla pubblicità perché non gli andava”. Continua a leggere dopo la foto



Non ci resta che immaginare la sfuriata dietro le quinte per lo staff tecnico che ha preferito lasciare la pubblicità piuttosto che trasmettere la Casellati eleggere Conte per la seconda volta. Mentana poi questo governo, come tutti i precedenti da 20 anni a questa parte, lo ha seguito particolarmente da vicino: “Non posso mostrare i messaggini, ma M5s e Pd erano pronti al voto”. Continua a leggere dopo la foto e il video


A dirlo è Enrico Mentana, ospite di Tagadà su La7. Parlando della formazione del nuovo governo Conte, il direttore del Tg di La7 ha smentito che pentastellati e dem si fossero messi d’accordo per far fuori dall’esecutivo la Lega, come sostenuto da Matteo Salvini. “Non lo stavano preparando. Di Maio ancora il 10 mattina diceva: ‘Andiamo a votare’. Continua a leggere dopo la foto


 


Dalla mia effimera vacanza consulto via whatsapp i vari protagonisti, non posso mostrare i messaggini, ma è evidente che da parte M5s sono pronti ad andare al voto, dalla parte del Pd non ci pensano nemmeno a formare un governo. C’è persino Giachetti che dice io me ne vado dal partito”, ha spiegato Mentana.

Ti potrebbe anche interessare: “Michael Schumacher è cosciente”. Il ricovero a Parigi e ora la bella notizia