“Caro Travaglio, rispetta le mie regole”. Santoro dopo la lite


Per stare dentro Servizio Pubblico bisogna avere “attenzione e ascolto ne confronti di tutti”. Altrimenti amici come prima, ma Travaglio non sarà più in squadra. Dopo la lite in diretta di ieri sera, Michele Santoro ha diffuso una nota nella quale spiega la sua posizione. ” Mi auguro – scrive – che il comportamento di Marco Travaglio, che ha lasciato lo studio, sia stato determinato da circostanze e umori del momento. Per quanto mi riguarda, non ho problemi a continuare il nostro rapporto nel rispetto della linea editoriale del programma che prevede attenzione e ascolto nei confronti di tutti”.(continua dopo la foto)








“Se ciò non fosse possibile – continua Santorio – e una lunga collaborazione si dovesse interrompere per una differente valutazione sul formato, sulle regole e sulle caratteristiche di Servizio Pubblico, non potrei che confermare amicizia e rispetto nei confronti di un giornalista che giudico eccellente e del suo giornale essenziale per il pluralismo. Per lui ci sarà sempre una porta aperta per manifestare il suo pensiero e aumentare la platea delle persone interessate al suo lavoro”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it