“Vogliono cacciarmi, me ne vado io”. Dopo 20 anni il conduttore dice addio a Mediaset


La notizia è di quelle che scuotono il panorama del mondo dell’enogastronomia e della televisione. Edoardo Raspelli, dopo ventun anni, lascia il suo programma “Melaverde”, e lo fa sbattendo la porta e scagliandosi contro Mediaset. “Ho dovuto rifiutare la registrazione di una puntata perché proprio quel giorno avevo un appuntamento per farmi ripulire lo stent, un tubicino che mi è stato introdotto negli organi dopo l’infarto di venti anni fa. Sia la produzione del programma sia la rete si sono spaventati e con la scusa di dover fare delle puntate molto impegnative mi hanno consigliato di riposarmi, bloccandomi per sette puntate dove sono stato sostituito da Vincenzo Venuto”.

Al termine della pausa (forzata), Raspelli ha ripreso le redini del programma “aspettando il nuovo contratto senza troppe preoccupazioni, ma niente mi faceva presagire quanto avvenuto“. Il direttore di Canale 5, Giancarlo Scheri, e il vice-capo dei casting gli hanno poi dato infatti la brutta notizia. (Continua a leggere dopo la foto)



“Sono stati loro a comunicarmi che ‘per esigenze di produzione’, letterale, della prossime puntate subentrerà Vincenzo Venuto. Loro hanno tutto il diritto di sostituirmi, non mi sento offeso ma quali sono queste esigenze? Melaverde è sempre stata la mia vita. Queste interruzioni, o per paure eccessive sulla salute o per seguente poco chiare, mi creano dispiacere. Mediaset ha dato moltissimo a me, eppure anche io credo di aver dato molto a loro”. (Continua a leggere dopo la foto)


Per Edoardo Raspelli l’addio al programma ‘Melaverde’ è molto doloroso e difficile da digerire. “Era un lavoro entusiasmante: era faticoso ma si respirava l’aria di una piccola grande squadra di amici, sempre a contatto con la natura e gli animali, scoprendo e facendo conoscere agli italiani terra, territorio e tradizione”, ha confidato il noto giornalista. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Infine, Raspelli ha concluso spiegando ai fan il motivo dell’addio: il contratto che lo legava a Mediaset è caratterizzato da rinnovi semestrali e che quindi l’azienda ha sempre avuto la possibilità di metterlo alla porta: “Da sempre, sia su Rete 4 sia a Canale 5, il contratto mi veniva fatto ogni sei mesi: possono fare in piena libertà tutto quello che vogliono”.

Valentino Rossi: “Francesca Sofia Novello? Potrebbe essere la donna giusta per fare figli”