Sabrina Ferilli e quella scelta che ha spiazzato tutti. L’attrice ha fatto una giravolta che nessuno si sarebbe mai aspettato


 

Fa discutere la scelta di Sabrina Ferilli. L’attrice romana, storicamente legata alla sinistra, in una intervista rilasciata al Fatto Quotidiano dice per chi voterà alle prossime elezioni comunali di Roma. La sua è una scelta radicale. Questa volta ha deciso di voltare le spalle al Partito democratico e sulla scheda barrerà il nome di Virginia Raggi, la candidata del Movimento 5 Stelle per il Campidoglio. Una giravolta inaspettata dal punto di vista politico per l’attrice che non ha mai fatto mistero sulle sue preferenze rivolte verso il Pd.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

“I romani hanno votato il Marino scienziato, e abbiamo visto. E prima di lui Alemanno lo screanzato, e nun ne parlamo – ha detto Sabrina Ferilli -. Perché devo ritenere irresponsabile dare un voto all’unico movimento che cerca ancora la piazza come luogo di ritrovo, che chiede alla gente di interessarsi alla politica, di prendere parte alle decisioni? Perché lo sberleffo a ‘sta ragazza e ai suoi compagni e tanti salamelecchi ai fetentoni che hanno ridotto la mia Roma a una fogna?”, è la domanda dell’attrice.


Il discorso della Ferilli si allarga e comprende anche una riflessione sulla sinistra: “Lo so che è divenuta una parola bucata, che ha perso di senso. Ma per costume familiare e per convinzione ho sempre badato ad avere presente i valori della solidarietà, dell’ uguaglianza, dell’equità. E mi sento più tranquilla se faccio di tutto per rimanervi fedele”.


Non risparmia critiche neanche a Marchini, che non sa cosa vuol fare. Il grande problema per lei, il motivo per cui proprio non riesce a votarlo è la sua scelta di mettersi con Alemanno, Storace e Berlusconi. Infine,quando il giornalista le chiede di citare una cosa buona che ha fatto Renzi, Ferilli non ha dubbi: “La legge sulle unioni civili”.

Ti potrebbe anche interessare

“No, di quella cosa a due ho paura…”. Sabrina Ferilli si lascia andare e confessa quel particolare intimo: “Non lo farò mai”