Caduta Libera, il ‘segreto’ della bravura del ‘campioncino’ Nicolò Scalfi


Prima o poi doveva succedere: Nicolò Scalfi non è più il “campioncino” di Caduta Libera. Il giovane concorrente di Brescia è stato eliminato dopo 88 puntate di imbattibilità e dopo aver vinto più di 600mila euro. È uscito di scena “grazie” a Francesco: “Prima o poi doveva capitare”, ha detto il conduttore del programma Gerry Scotti e così il “campioncino”, 20 anni, sabato 6 luglio ha lasciato definitivamente Caduta Libera. Nicolò non ha saputo rispondere alla domanda sull’opera d’arte esistente più cara al mondo, ovvero il “Coniglietto” di Jeff Koons.

Per completare la parola deficitaria di lettere ha abbozzato: “Cono gelato”. Quando invece appunto la parola esatta era “coniglietto”. L’addio di Nicolò, che con Caduta Libera ha raggiunto una popolarità incredibile, ha però emozionato tutti. La mamma si è commossa e il pubblico lo ha omaggiato con un lunghissimo applauso. Il nuovo campione, come detto, si chiama Francesco, prossimo alla laurea in ingegneria e padre di una bambina di nome Martina. (Continua dopo la foto)



Non giocherà più a Caduta Libera ma Scalfi è comunque entrato nella storia dei concorrenti dei quiz e, soprattutto, è riuscito a conquistare subito il pubblico e in maniera naturale. Grazie cioè al suo enorme talento e alle conoscenze dimostrate. Intervistato dal Giornale di Brescia, “il campioncino” ha parlato dell’eliminazione inattesa dei giorni scorsi, fatto un bilancio dell’esperienza e tracciato il percorso per il suo futuro. (Continua dopo la foto)


Al quotidiano Scalfi (20 anni, lo ripetiamo) ha anche rivelato il “segreto” della sua bravura: certamente le parole crociate, che lui ritiene fondamentali, ma anche l’applicazione a scuola, stimolata dalla presenza in classe di persone più brave di lui: “Andare così bene a Caduta Libera ha anche un po’ il sapore di una rivincita”, ha spiegato al Giornale di Brescia. (Continua dopo le foto)


 


Ora Nicolò pensa a godersi il montepremi accumulato e a completare il percorso di studi universitari per raggiungere il suo sogno: “Mi iscriverò a Lettere Moderne, in Cattolica, a Brescia. Il mio sogno nel cassetto è fare il giornalista sportivo. Amo il calcio. Senza, non saprei stare”, ha detto. Un futuro nel mondo dello spettacolo, vista la notorietà raggiunta? “Non mi dispiacerebbe partecipare a un reality. Magari L’isola dei Famosi. Vuoi vedere che mi abbronzo un po’? Ma amo pure cantare e scrivere testi. Il mio genere preferito è il rap”, ha detto ancora al Giornale di Brescia.

Chi è Francesco, il nuovo campione di Caduta Libera (che ha eliminato Nicolò Scalfi)