Nicolò Scalfi resta in tv: dopo Caduta Libera pronto per un altro programma


“Questo è un momento che non avrei mai voluto celebrare, ma è la regola”. Con queste parole un Gerry Scotti visibilmente commosso saluta Nicolò Scalfi, il super campione di Caduta Libera eliminato dopo tre mesi, 88 puntate e un montepremi portato a casa di 651mila euro. Il ragazzo, appena ventenne, ha perso la sfida ed è caduto nella botola per non essere riuscito ad indovinare la parola “coniglietto”.

Subito è scoppiato a piangere, facendo commuovere anche il conduttore e tutto il pubblico del quiz preserale di Canale 5 presente in studio. “Il mio è un pianto di gioia. È stata un’esperienza bellissima che non potrò mai dimenticare. Ringrazio tutti ma te in particolare – ha detto Scalfi rivolgendosi a un Gerry altrettanto commosso -. Non posso che essere grato a tutti voi. Complimenti agli sfidanti e in particolare a Francesco (lo sfidante che è riuscito a batterlo, ndr)”. (Continua a leggere dopo la foto)



“Lo show continua – ha replicato Gerry Scotti -. Lo abbiamo avuto qui per tre mesi ma tornerà per il torneo dei campioni. Ne ho visti tanti di ragazzi, ma lui a soli 20 anni è uno dei più grandi“. Nicolò Scalfi è già entrato infatti nella storia dei quiz italiani, con una partecipazione da record, sia per il numero di puntate da campione che per il montepremi vinto. Ma adesso è il momento di fare un bilancio e di pensare al futuro. Lo ha fatto rilasciando un’intervista al Giornale di Brescia: Nicolò Scalfi ha dovuto lasciare Caduta Libera dopo la sconfitta, ma il campioncino bresciano non intende abbandonare il piccolo schermo.  «Non mi dispiacerebbe partecipare a un reality. Magari L’isola dei Famosi. Vuoi vedere che mi abbronzo un po’? Ma amo pure cantare e scrivere testi. Il mio genere preferito è il rap». (Continua a leggere dopo la foto)


Il futuro è comunque come studente all’università: «Mi iscriverò a Lettere Moderne, in Cattolica, a Brescia. Il mio sogno nel cassetto è fare il giornalista sportivo. Amo il calcio. Senza, non saprei stare». Oggi Nicolò è riconosciuto ovunque vada; sul rapporto con la popolarità, dice: «A vent’anni fai un po’ fatica a rendertene conto. Sì, c’è la gente che ti ferma e sì, i follower su Instagram salgono in breve tempo nell’ordine delle decine di migliaia. Sono cose che apprezzo». (Continua a leggere dopo la foto)


 

Nicolò ricorda alcune puntate del quiz show di Canale 5 nelle quali ha dato il massimo: “Ho tirato fuori un Ernest Hemingway con due sole lettere a disposizione. Nella puntata in cui c’erano gli amici del Fantacalcio in studio ho azzeccato anche la definizione ‘sostantivi invariabili’, pescandola da non so quale anfratto della memoria scolastica. In quell’occasione ho portato a casa 36mila euro“.

“Paura”. Topless e lato b: Ludovica Valli, fuori tutto. Dal mare il regalo ai fan