Incredibile a ‘Chi l’ha visto?’. Arriva la telefonata in diretta dell’attentatore di Papa Wojtyla e fa una dichiarazione choc su Emanuela Orlandi. Federica Sciarelli non si trattiene e replica duramente. Ecco cosa è successo…


 

La puntata di ‘Chi l’ha Visto?’ è stata molto intensa: mentre in studio è ospite il fratello di Emanuela Orlandi, arriva la telefonata di Ali Agca, l’uomo che nello stesso periodo in cui la ragazza sparì, sparò a Papa Giovanni Paolo II. Il programma era incentrato sulla scomparsa di Emanuela, la quindicenne figlia di un messo della prefettura della Casa pontificia di cui si sono perse le tracce dopo che si era recata alla scuola di musica nel complesso di Sant’Apollinare il 22 giugno del 1983. 

(Continua a leggere dopo la foto)








“Su Emanuela Orlandi è stata messa una pietra giuridica. Emanuela Orlandi è stata rapita per ottenere la mia liberazione in accordo con il Vaticano”, le parole di Ali Agca. Federica Sciarelli però alza i toni parlando di “buffonate” perché chiede delle prove concrete. “Fate voi la buffonata, voi della stampa che avete santificato De Pedis e la Banda della Magliana”, la replica dell’ex terrorista turco che lamenta l’impedimento a parlare perché ritiene che non si voglia far conoscere la verità. Dopo l’archiviazione dell’inchiesta da parte della Cassazione, per Emanuela Orlandi non c’è ancora la verità. Il giallo è andato via via complicandosi tanto che il caso si è infittito a causa delle connessioni con la Banda della Magliana e con l’attentatore di Papa Wojtyla. Federica Sciarelli lancia poi un appello a quelli che sanno e continuano a tacere. Successivamente la conduttrice è tornata ad occuparsi delle ultime novità sulla scomparsa di Isabella Noventa, sulla morte di Gloria Rosboch, su quella del giovane Marco Vannini, ma anche sulle ultime notizie riguardanti Roberta Ragusa, Elena Ceste e Guerrina Piscaglia.

 

 

“Emanuela Orlandi è viva, nascosta in Vaticano. Anche Papa Francesco tace”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it