Aereo senza carrello. L’atterraggio da brividi: cosa è successo


Atterraggio d’emergenza all’aeroporto di Yangon, in Myanmar: un Embraer 190, con 89 persone a bordo, è stato costretto ad atterrare senza il carrello anteriore. Tutti salvi i passeggeri e i membri dell’equipaggio. Il carrello anteriore dell’aereo non è sceso, nonostante i ripetuti tentativi del comandante. Il pilota, dichiarata l’emergenza, ha chiesto alla torre di controllo di verificare a vista se il carrello fosse sceso.

Dopo due passaggi e due risposte negative, il comandante ha deciso di portato l’aereo a terra: ha usato soltanto i due carrelli posteriori e ha fatto toccare la pista dal muso dell’aereo solo all’ultimo momento. Non ci sono stati feriti a bordo. Sempre a Yangon, pochi giorni fa, un altro aereo aveva avuto un incidente in atterraggio ed era uscito di pista a causa del maltempo: undici le persone ferite. (Continua a leggere dopo la foto)



Solo pochi giorni fa un aereo passeggeri Sukhoi della compagnia di bandiera russa Aeroflot ha preso fuoco e ha compiuto un atterraggio d’emergenza nell’aeroporto moscovita di Sheremetevo: secondo le fonti ufficiali, 41 delle 78 persone a bordo sono morte, secondo fonti investigative citate dall’agenzia di informazione russa Interfax. Tra loro anche 2 bambini. (Continua a leggere dopo la foto)


Una parte dei passeggeri è stata messa con gli scivoli d’emergenza mentre l’aereo continuava a bruciare sulla pista, sollevando in aria una grande colonna di fumo nero. Nelle immagini diffuse online si vede l’aereo in fiamme avvolto da una grande nube di fumo nero. Si intravedono anche delle persone che corrono allontanandosi dal velivolo e vari mezzi dei vigili del fuoco in arrivo. (Continua a leggere dopo la foto)


 

L’aereo di linea, secondo quanto riferito da una fonte all’agenzia Interfax, ha tentato una prima volta l’atterraggio d’emergenza senza riuscire, poi al secondo tentativo ha colpito il suolo con il carrello e con la parte anteriore, quindi si è incendiato.

Meteo, altro che primavera: torna l’autunno. Pioggia, grandine e neve (e temperature giù)