“Una famiglia difficile, una vita complicata…”. Per la prima volta, senza il suo sorriso contagioso, Vanessa Incontrada racconta il suo passato


 

Papà italiano e mamma andalusa. Un mix che non c’è bisogno di aggiungere altro, con lo stesso effetto di una mentos sparata a fondo in un bicchiere di Coca Cola (date uno sguardo su youtube se non avete idea di cosa stiamo parlando). Bella, solare, Vanessa Incontrada conquistò tutti nel giro di poche apparizioni. Fece innamorare l’Italia con il sorriso di ragazza dalla porta accanto e le lentiggini da bimba pestifera in pieno stile Pippi calzelunghe.

(continua dopo la foto)



Era,Vanessa, la perfetta crasi della donna bella e intelligente che sdoganava il mito che solo le “sciapette” potessero arrivare in tv. Oltre alla televisione infatti, dove dai primi anni 2000 ha mietuto successi e plausi, Vanessa ha sempre tenuta un occhio agli affarti tenendo aperta le porta ad altro: anni fa aprì un negozio di abbigliamento, Besitos, marchio legato anche ad una linea di prodotti di bellezza. Per qualche anno è stata proprietaria di un ristorante specializzato in piatti tipici toscani, situato a Barcellona…


Ma si sa, il primo amore non si scorda mai e allora Vanessa è tornata in questi giorni in prima serata su Raiuno con “Non dirlo al mio capo”, una serie legal comedy nella quale l’attrice italo-spagnola interpreta il ruolo di Lisa, una donna rimasta precocemente vedova di un marito che l’ha lasciata alle prese con parecchi debiti e due figli da mantenere.

Nel corso della presentazione della fiction, avvenuta a Roma, la Incontrada ha parlato del suo personaggio: “Una donna che deve gestire contemporaneamente mille cose e che con la sua purezza tira fuori l’umanità da tutti. Per questo rappresenta una sorta di supereroe”.


 

Una situazione che le ha dato modo di parlare delle sua e del difficile rapporto tra lavoro e famiglia: “Io sono cresciuta in una famiglia molto matriarcale. Le donne forti sono nel mio Dna, sono stata abituata ad avere intorno donne che, rimaste sole, sapevano fare tutto. Da quando nel 2008 è nato mio figlio Isal: conciliare vita e carriera non è sempre facile, a tratti ho pensato fosse impossibile, ma con il tempo tutto diventa naturale e ti regala cose bellissime. Non c’è premio che valga a confronto”.

 

La rivincita di Vanessa Incontrada: “Io grassa? Guardate il mio lato b e giudicate…”. Ma c’è chi dubita