Montalbano e l’omaggio al dottor Pasquano. “Amava il personaggio come un figlio”


Continua a brillare su Rai 1 ‘Il Commissario Montalbano’ che nella puntata di ieri, ‘Un diario del ’43’, ha raccolto davanti al piccolo schermo 10.150.000 spettatori con uno share 43,3% (la settimana scorsa ‘L’altro capo del filo’ aveva ottenuto 11.108.000 spettatori e il 44,9% di share). Una puntata più dura delle altri nella quale Montalbano ha fatto un omaggio commosso al medico legale Pasquano. Un momento, definito da Luca Zingaretti “uno dei più commoventi che abbia mai girato”.

Il personaggio era interpretato da Marcello Perracchio, attore venuto a mancare nella vita reale nel 2017. Un personaggio che, racconta la moglie Franca Guerrieri, amava: “Vent’anni fa, quando iniziarono le riprese della serie televisiva il regista Alberto Sironi offrendogli il ruolo del medico legale gli disse: ‘Purtroppo i personaggi maggiori sono stati assegnati, ma conosco il tuo talento e questo piccolo personaggio ci sarà in ogni puntata’. Un personaggio che Marcello amava come un figlio, si assomigliavano, e che gli aveva regalato la popolarità e, soprattutto, l’affetto della gente”. (Continua dopo la foto)



Perracchio era nato a Modica il 16 gennaio del 1938. La sua scuola “era il cinema del paese” – raccontava – dove da piccolo trascorreva i pomeriggi a guardare film americani con Spencer Tracy, Paul Newman per poi recitare le battute a casa o negli spettacoli in oratorio. Dopo il diploma di geometra apre una scuola guida a Ragusa continuando a recitare con la sua compagnia amatoriale, la Piccola Accademia. (Continua dopo la foto)


La svolta nella carriera arriva alla fine degli anni 70 quando viene notato, durante una rassegna teatrale, da Turi Ferro, colonna dello stabile di Catania, che l’anno dopo lo chiama per recitare al Piccolo di Milano, per sostituire l’attore Umberto Spadaro morto in scena in seguito a un malore. Durante questi anni, il personaggio dl dottor Pasquano era entrato nelle case di milioni di italiani: tra un’autopsia e l’altra, gustava vassoi di cannoli e ripeteva, quasi come fosse un mantra, che non voleva gli venissero “rotti i cabassisi”. (Continua dopo la foto)


 


Un funerale filmico, quello del dottor Pasquano (che mai avrebbe potuto avere un’altra faccia) che è stato il picco di ascolti della serata con di 11.457.000 spettatori. A dimostrazione di quanto sia stato amato da Montalbano e da tutto il pubblico. Montalbano che si conferma la fiction più seguita della stagione televisiva 2018/19, raggiungendo anche l’ottimo gradimento del 32,6% nel pubblico giovane (15-24 anni). Bene anche la pillola ‘Camilleri racconta Montalbano’, in onda prima dell’episodio, seguita da 9.232.000 spettatori, con il 33,6% di

Ti potrebbe anche interessare: Cani, la verità choc sulla loro età: ecco quando sono già vecchi