Mia Martini: com’è morta, quando è morta. Età, altezza, malattia della sorella di Loredana Bertè


Mia Martini è stata senza dubbio una delle cantanti più apprezzate e di talento mai apparse nel panorama musicale italiano. È la seconda di quattro figlie, tra le quali la famosa cantante Loredana Berté, minore di tre anni e con la quale ha in comune la data del compleanno. Il padre, Giuseppe Radames Berté, e la madre Maria Salvina Dato, sono entrambi insegnanti. Il loro amore travagliato rende la convivenza familiare sempre più conflittuale e difficile per le sorelle Berté. Sarà Loredana, anni dopo, a raccontare quei terribili anni. “Ho visto delle scene che nessuno dovrebbe vedere. Ho visto mio papà che prendeva a calci mia madre per farla abortire all’ottavo mese di gravidanza. Era un bastardo, sono contento che sia morto”, ha raccontato la cantante ai microfoni di Maurizio Costanzo.

Mia Martini: età, altezza, malattia, data morte

In quell’occasione ha ricordato anche la sorella Mia Martini: “Nelle giornate particolarmente violente mi portava al luna park per farmi uscire di casa. Mi manca disperatamente. Ho dei rimpianti, quello di non averle detto abbastanza ti voglio bene, ma il mio rimorso più grande è non averla stretta mai, non averla mai abbracciata. Quando è morta è morta anche una parte di me”. Mia Martini è considerata insieme a Mina una delle voci femminili più belle ed espressive della musica leggera italiana di sempre, caratterizzata dal suo essere sofisticata ma non stucchevole e impreziosita da una forte intensità interpretativa. (Continua a leggere dopo la foto)







Donna tormentata, interprete intensa e raffinata, ha iniziato a cantare nel 1963, semplicemente come Mimì Berté. Nel 1971 pubblica ”Oltre la collina” e realizza dischi che ottengono un grande successo in Europa, da ”Il giorno dopo” a ”Per amarti”, mentre insieme a Ivano Fossati incide Danza (disco che esce nel 1978). Nel 1982 esce Mimì, un disco in cui è anche l’autrice dei testi, e il singolo E non finisce mica il cielo vince il premio della critica al Festival di Sanremo. L’anno seguente realizza Miei compagni di viaggio (1983), ma decide di abbandonare la musica a causa delle false voci sul suo ruolo di iettatrice.

Quando è morta Mia Martini, com’è morta Mia Martini

Nel 1989, dopo un lungo periodo di depressione e di difficoltà, partecipa di nuovo al Festival di Sanremo incantando il pubblico con il brano Almeno tu nell’universo. Pubblica Martini Mia (1989) e rilancia la sua carriera con una serie di concerti in giro per l’Italia. Quando nei primi mesi del 1995 annunciò la partenza per una nuova tournée con la partecipazione di Mimmo Cavallo e dei suoi musicisti, era già da qualche anno che la cantante soffriva di un fibroma all’utero per il quale non intendeva operarsi, temendo probabili cambiamenti al timbro vocale. (Continua a leggere dopo la foto)




Per questo motivo assumeva farmaci anticoagulanti le cui dosi sono poi state pubblicamente giudicate eccessive da familiari, amici e colleghi. Il 14 maggio 1995, a seguito di alcuni giorni di irreperibilità, il manager richiese l’intervento delle forze dell’ordine: i vigili del fuoco irruppero quindi nell’appartamento di via Liguria a Cardano al Campo, in provincia di Varese. Quando poche ore dopo i pompieri sfondano la porta trovano Mia Martini stesa sul letto, le cuffie del walkman sulle orecchie. “L’espressione serena”, diranno. La notizia sciocca l’Italia e radio e tv sconvolgono i palinsesti televisivi per ricordarla. Renato Zero chiama Loredana Berté, la sorella di Mimì: “Spegni tutto, sto arrivando”. I cronisti appostati sotto casa della Bertè ricordano ancora le urla. La Procura di Busto Arsizio aprì un’inchiesta e dispose l’autopsia, il cui referto indicò come causa della morte dell’artista un arresto cardiaco da overdose di stupefacenti (cocaina). (Continua a leggere dopo la foto)


 


Le ipotesi di suicidio succedutesi nei giorni seguenti il ritrovamento del cadavere sono state più volte smentite dalle sorelle. Ai suoi funerali, svoltisi il 15 maggio nella chiesa di San Giuseppe a Busto Arsizio, presero parte circa quattromila persone e un buon numero di persone dello spettacolo e colleghi. Nel maggio 2009 Loredana Bertè torna a parlare della morte di Mia Martini, gettando pesanti ombre sul ruolo del padre. La cantante racconta di aver visto il cadavere della sorella pieno di lividi e che la sua salma, per volere del padre, sia stata cremata troppo in fretta dopo il decesso. Mia Martini, pseudonimo di Domenica Rita Adriana Bertè, detta Mimì, nasce a Bagnara Calabra, un piccolo paese in provincia di Reggio Calabria, il 20 settembre 1947. Era alta 165 centimetri per un peso di circa 55 chili. È morta all’età di 47 anni, non si è mai sposata e non ha avuto figli.

Loredana Bertè: età, altezza e peso. La carriera, i drammi e la vita privata della cantante

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it