Bisio e Raffaele cantano “Ci vuole un fiore”. La gag non convince


La terza serata di Sanremo comincia Claudio Baglioni, attorniato da ballerini in kilt, che canta e balla ‘Viva l’Inghilterra’, (brano dall’album ‘Gira che ti rigira amore bello’ del 1973): la scenografia termina con ombrelli aperti con stampata l’Union Jack. Poi il conduttore introduce – definendoli ‘The Queen’ e ‘The King’ – Virginia Raffaele e Claudio Bisio.

Su assist di Bisio, che accenna alla Brexit, scatta la battuta di Claudio Baglioni: “Non ci posso credere: abbiamo sul palco dell’Ariston un quasi extra comunitario…”, dice, riferendosi al direttore musicale Geoffy Westley che è britannico. Una battuta che, sia pur con ironia e con le dovute proporzioni, rimanda a quello che è diventato il tormentone di questa edizione del Festival: la questione migranti. Poi è il tempo della musica. (Continua a leggere dopo la foto)



Il tempo di spiegare le regole e il primo a salire sul palco dell’Ariston è il giovane italo-egiziano Mahmood (vincitore del premioEnzo Jannacci di NuovoImaie), col suo brano ‘Soldi’. Segue l’ex dei talent Amici e X-Factor Enrico Nigiotti, presentato da Claudio Bisio, che quest’anno porta il brano ‘Nonno Hollywood’. Tanti gli applausi per lui. Virginai Raffele risale sul palco per cantante ‘Mamma’ di Beniamino Gigli con un vecchio grammofono sul palco. (Continua a leggere dopo la foto)




Antonello Vendittiè il primo ospite della serata. Il cantante romano si esibisce al piano con il suo amatissimo brano ‘Sotto il segno dei pesci’ (che compio 40 anni), con il pubblico dell’Ariston che lo acclama. Arriva Claudio Baglioni e i due si esibiscono sul palco ‘a quattro mani’ con due pianoforti: nero per Venditti e bianco per Baglioni. E la canzone scelta è forse quella che molti si aspettavano: ‘Notte prima degli esami’, seguita da ‘Se l’amore è amore’. Altro siparietto sul palco con Claudio Bisio e Virginia Raffaele che si esibiscono in una gag. I due comici cantano insieme ”Ci vuole un fiore”, brano di Sergio Enrigo. Ma la Raffaele finge di sbagliare le parole e i due vanno avanti così per dieci minuti. (Continua a leggere dopo la foto)

 


Nel frattempo il pubblico in sala non sembra apprezzare; stessa cosa per quello del web. Una noia mortale. Il siparietto non convince ed è pioggia di critiche: “Per guardarvi ci vuole una canna”; “Ma Bisio e la Raffaele pensano di far ridere?”; “Ok, adesso basta”; “A quando le risate?”. E ancora: “Ma questi siparietti uno si aspetta che facciano ridere da un momento all’altro, ma sto momento non arriva mai”. Siparietto bocciato alla grande.

Anna Tatangelo, il look a Sanremo non convince: “I gavettoni si fanno d’estate”