Impossibile non ricordare Fabio e Mingo. Un anno fa esatto la cacciata da Striscia la Notizia e oggi? Ecco cosa fanno per vivere i due storici inviati pugliesi


 

Come non ricordare Fabio e Mingo, storici inviati di Striscia la Notizia. Hanno condotto decine e decine di servizi contro il malaffare pubblico e le truffe dal 1997 allo scorso anno per il popolare tg satirico che porta la firma di Antonio Ricci. Dal 2015, poi, la sospensione degli inviati pugliesi per lo scandalo dei presunti servizi fasulli, vicenda che è poi finita in tribunale. Ma che fine hanno fatto? Non collaborano più con Ricci ma non hanno abbandonato il mondo della televisione.

(Continua a leggere dopo la foto)



Hanno infatti accettato un’offerta di TeleNorba per condurre su tgNorba24 un tg satirico simile a quello che li ha lanciati. Si chiama ‘Luciano l’amaro quotidiano’ e va in onda su frequenze Sky. A novembre scorso, dopo aver firmato con l’emittente, avevano detto: ”Dopo quello che è accaduto con Striscia, il pubblico ci vuole più bene di prima e si vede da che parte sta. Ci saranno tante sorprese nel programma ma soprattutto ci saremo noi con più energia di prima”.

Come si ricorderà, Fabio e Mingo sono stati prima sospesi per mezzo di un videoeditoriale del Gabibbo nella puntata del 24 aprile scorso e poi, una decina di giorni dopo, allontanati ufficialmente con un nuovo intervento in diretta del famoso pupazzo rosso dove si è fatto riferimento a due servizi fasulli. Le parole del Gabibbo in quell’occasione: ”Cari spettatori, parliamo di Fabio e Mingo e della loro redazione. Abbiamo acclarato che il caso di qualche tempo fa della maga sudamericana non esiste e anche il caso del falso avvocato era una messa in scena”.

 

Dopo Fabio e Mingo, è bufera anche sulle Iene: Pelazza e Canala indagati per corruzione