Riccardo Cocciante: età, altezza, peso, moglie e figli


Nato da padre italiano e madre francese, Riccardo Cocciante arriva a Roma adolescente ed esordisce discograficamente nel 1972 con MU, una sorta di opera-rock con testi di Paolo Cassella e Marco Luberti. Del 1973 è Poesia, sempre firmato con Cassella e Luberti, che ottiene buona visibilità grazie al 45 giri omonimo. Lo stesso team realizza nel 1974 Anima, primo grande successo del cantante grazie ai 45 giri “Bella senz’anima” e “Quando finisce un amore”, singolo che entrerà nella classifica degli Stati Uniti e sarà prima nel 1999 in Olanda.

Nel 1976 incide e pubblica l’album Concerto per Margherita con il brano di successo Margherita che sarà primo anche in Spagna, Francia, e in molti paesi del Sud America. Nel 1999 in Olanda il brano sarà tradotto in olandese e cantato da Marco Borsato riscuotendo un notevole successo di vendite. Nel 1991 arriva al Festival di Sanremo e vince con il brano “Se stiamo insieme”. Riccardo Cocciante ha duettato con Mina (Questione di feeling nel 1985 e Amore nel 1994), con Massimo Bizzarri (Trastevere ’90 nel 1993), con Mietta (Sulla tua pelle ed E pensare che pensavo mi pensassi almeno un po’ nel 1994), con Paola Turci (E mi arriva il mare nel 1991) e con Scarlett Von Wollenmann (Io vivo per te nel 1994). (Continua a leggere dopo la foto)



Il 1998 è l’anno del musical “Notre Dame de Paris“. Si tratta di un’opera composta insieme a Luc Plamondon, che debutta a Parigi a settembre e diventa un successo internazionale. In Italia arriverà nel 2002 con i testi di Plamondon rielaborati da Pasquale Panella. Nel 2002 debutta in Francia la seconda opera di Riccardo Cocciante, “Le Petit Prince”. Nel 2005 Cocciante torna sul mercato discografico con SONGS, album cantato in quattro lingue, ma soprattutto presenta in anteprima a Roma la sua nuova opera, “Giulietta e Romeo”, su libretto di Pasquale Panella, cantandone tutte le arie e le canzoni. (Continua a leggere dopo la foto)


L’opera va in scena in forma drammaturgica nel giugno del 2007 all’Arena di Verona, in prima mondiale. Non ha mai fatto segreto di essere molto timido e ha dichiarato a Vanity Fair: “Ero un timido all’ennesima potenza, quasi la mia fosse un’anomalia di vita e di comportamento. Non ho mai chiesto di farmi ascoltare, ma per fortuna ho avuto sempre persone intorno a me che hanno riconosciuto un talento che io stentavo a riconoscere come tale. Per me andare sul palcoscenico era uno sforzo immenso, ero sicuro di non potere mai affrontare il pubblico.” (Continua a leggere dopo la foto)


 


Riccardo Cocciante vive spostandosi tra Francia (dove è conosciuto con il nome di Richard Cocciante), Italia e Inghilterra ed è felicemente sposato dal 1983 con Catherine Boutet, sua manager e compagna di vita. Nel 1990 la coppia ha avuto un figlio, David. “Io penso che sia molto simile a sua madre di carattere: è un ragazzo molto ‘luminoso’. Non è timido, ma è riservato, riflessivo. Anche lui studia musica, la chitarra, ma solo perché ne ha voglia”, ha dichiarato a Vanity Fair il cantante. Riccardo Cocciante è nato nato a Saigon, in Vietnam, il 20 febbraio 1946. È alto 158 centimetri e pesa circa 57 chili.

Pierfrancesco Favino: età, altezza, peso, vita privata. La carriera, la famiglia e i figli dell’attore