“Copriti!”. Il vestito di Luciana è troppo ‘misero’ e viene fuori… Imbarazzo in diretta


Il decimo titolo mondiale sembra maledetto proprio come per anni lo fu la Coppa Campioni per il Real Madrid. Eppure Valentino Rossi non si perde d’animo. A Che tempo che fa, il campione di Tavullia è apparso felice e rilassato in attesa della prossima stagione ai nastri di partenza il prossimo marzo. In attesa di duellare con Marquez e Lorenzo, Rossi festeggia un altro primato. Una sua definizione di velocità è entrata nel dizionario Zanichelli 2019.

E così recita:“…. La velocità costringe a una cura adatta, a una capacità specifica, altrimenti comporta un errore, una caduta, un rimpianto. Ci vuole testa e fisico, per la velocità. Quella padronanza che permette di apprezzare la lentezza, quando essere veloci non serve affatto”. Insieme alle parole di Valentino, a Che tempo che fa ha fatto la sua comparsa anche una “ombrellina scostumata”. Luciana Littizzetto si agghinda per l’occasione con una tutina da MotoGp. (Continua dopo la foto)








La mise è sportiva e sexy al tempo stesso, e molti sui social sono rimasti stupiti dal décolleté esibito dalla 54enne comica torinese. Momento clou della puntata? Quando, divertita e un po’ in difficoltà, Lucianina si arrampica letteralmente sulla Yamaha di Valentino numero 46. E la regia, sorniona, indugia sulle curve (no, non quelle della pista). Oltre a Valentino Rossi, Che tempo che fa ha visto la presenza di altri personaggi importanti. (Continua dopo la foto)





Fazio ha intervistato il sindaco di Castelnuovo di Porto Riccardo Travaglinik in collegamento dal Cara che sta per essere sgombrato per disposizione del ministro degli Interni Matteo Salvini. Spazio c’è stato per la Giornata della Memoria con le sorelle Bucci – Tatiana e Andra. Le due ebree, sopravvissute allo sterminio del loro popolo, hanno parlato del loro libro intitolato Noi, bambine ad Auschwitz – La nostra storia di sopravvissute alla Shoah. (Continua dopo la foto)


 


Infine l’ex premier Enrico Letta, anche lui autore del libro Ho imparato, e il giornalista Marco Travaglio. Quest’ultimo ha fatto il punto sulle 5 mila pagine di motivazione alla sentenza di primo grado del processo sulla trattativa Stato-Mafia, l’argomento del libro scritto con Marco Lillo e intitolato Padrini e Fondatori. A solleticare i telespettatori però, sembra sia stata soprattutto Lucianina. La maestrina piemontese non perde un colpo. Chissà che qualcuno non ci abbia fatto un pensierino.

Ti potrebbe anche interessare: “Ma è ubriaca?”. Mara Venier barcolla in studio e il pubblico si scatena sui social

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it